Lezioni sospese e sale studio chiuse, le nuove misure di Unimore

Didattica sospesa, incertezza sugli esami: ogni Dipartimento comunicherà in modo specifico con i propri studenti. Gli uffici restano aperti

Unimore, come gli altri Atenei dell’Emilia-Romagna, attenendosi alle disposizioni impartite dalle competenti autorità nazionali e dal Presidente della Giunta regionale, attraverso una circolare del Rettore Prof. Carlo Adolfo Porro ha aggiornato i provvedimenti adottati per fronteggiare la cosiddetta emergenza “Coronavirus” e riguardanti l’attività accademica.

Le nuove disposizioni valide da oggi 29 febbraio al 7 marzo 2020 prevedono la sospensione delle attività didattiche (lezioni, corsi, convegni, seminari) anche se da lunedì 2 marzo per alcuni corsi di studio sarà possibile attivare l’erogazione di lezioni in modalità “a distanza”. Informazioni più dettagliate a questo riguardo a studenti e studentesse saranno fornite dai singoli dipartimenti/facoltà.

Per quanto riguarda, poi, le prossime sessioni di esame e gli esami di laurea, saranno diffuse notizie puntuali nel corso della prossima settimana da parte dei Dipartimenti. Eventuali differimenti dovranno essere fissati in date che consentano a studenti e studentesse di completare la carriera e conseguentemente accedere alla sessione di laurea straordinaria, da posticiparsi così da evitare ai laureandi e alle laureande il rischio di perdere l’anno di laurea/esame di stato. Per quanto possibile comunque si cercherà di conservare le date di laurea programmate.

Sempre con l’intento di non far gravare sugli studenti le difficoltà di questa situazione emergenziale gli uffici hanno ricevuto la raccomandazione di adottare disposizioni più elastiche per quanto riguarda gli adempimenti in capo agli studenti per completare il proprio percorso (es: riduzione dei termini per la presentazione della domanda di laurea per il completamento degli esami di profitto prima della laurea).

Le biblioteche saranno aperte all'utenza per il prestito, preferibilmente previo appuntamento. Non sono invece accessibili le sale studio al fine di evitare assembramenti.

Inoltre è stata avviata un’interlocuzione con ER.GO per valutare azioni che minimizzino quanto più possibile gli impatti dell’interruzione degli esami per la platea degli studenti che sono titolari di benefici, ai quali è richiesto il raggiungimento di un determinato numero di Crediti Formativi Universitari (CFU) per la riscossione, in particolare, della borsa di studio (per informazioni ci si può rivolgere a: servizi.studenti@unimore.it; 059 2057090).

A tutela della popolazione universitaria in questi giorni è stata anche eseguita la pulizia straordinaria delle aule e spazi comuni nei Dipartimenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Infine, si informa che per quanto possibile l’Ateneo - pur agevolando lo smart working - è impegnato a garantire l’orario di apertura al pubblico di tutti gli uffici    

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiude anche la Cornetteria: "Queste regole impediscono di lavorare"

  • Cosa fare a Modena e provincia: 10 idee per il weekend

  • Coronavirus, tornano a crescere i casi in regione. "Stiamo testando gli asintomatici"

  • Contagio, due nuovi casi a Carpi e Castelvetro. Deceduta una 54enne

  • Auto ribaltata dopo un tamponamento in via Giardini, un ferito a Formigine

  • Covid. In Emilia-Romagna oggi 31 casi e 7 decessi

Torna su
ModenaToday è in caricamento