Transita la piena del Secchia, riaprono i ponti intorno a Modena

A Modena hanno riaperto intorno alle 6.30 di oggi, lunedì 23 dicembre, i ponti sul Secchia chiusi nel pomeriggio di domenica in via precauzionale. A ponte Alto e a ponte dell'Uccellino, tra Modena e Soliera, infatti, il fiume aveva superato la soglia che determina la chiusura delle infrastrutture.

La piena è transitata nel corso della notte senza creare particolari problemi. La situazione è stata monitorata dal Centro operativo comunale (Coc) in accordo con la Sala operativa unica integrata di Marzaglia che sta garantendo l'attività di controllo su tutto il nodo idraulico modenese nella fase di allerta Arancione. I tecnici del Comune di Modena e i volontari di Protezione civile, con il supporto della Polizia municipale, sono stati impegnati nel monitoraggio puntuale dei punti solitamente più critici delle arginature dei corsi d'acqua.

A causa delle precipitazioni, inoltre, nella serata di domenica è stato chiuso al transito per allagamento il sottopasso di via Capitani. La circolazione verrà ripristinata una volta che la situazione sarà stata riportata alla normalità.

Anche un tratto di 400 metri di via Dotta la strada è impraticabile a causa della presenza di acqua tracimata dai canali sulla carreggiata (da via Cavo d'argine in direzione Albareto) ed è stata vietata la circolazione dei veicoli.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Modena usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cinque emiliani contagiati, Bonaccini: "Stiamo valutando chiusura di nidi, scuole, impianti sportivi e musei"

  • Trema la pianura, scossa di terremoto MI 3.4 tra Modena e Reggio

  • Coronavirus. Tutte le scuole in Emilia-Romagna chiuse fino al 1 marzo

  • Aggiornamento Coronavirus, la situazione in Emilia-Romagna. "Chi ha dubbi chiami il 118"

  • Un contagio da Coronavirus anche nel modenese, ricoverato al Policlinico

  • Scontro in via Salvo D'Acquisto, l'ambulanza si ribalta

Torna su
ModenaToday è in caricamento