Uno sportello a sostegno delle famiglie "intrappolate" nel gioco d'azzardo patologico

Dal 4 luglio, al Centro di piazza Redecocca un servizio per la prevenzione e il contatto precoce con giocatori a rischio. Progetto del Comune insieme ad Ausl e Ceis

CONTRO IL GIOCO D’AZZARDO UNO SPORTELLO PER LE FAMIGLIE
Dal 4 luglio, al Centro di piazza Redecocca un servizio per la prevenzione e il contatto precoce con giocatori a rischio. Progetto del Comune insieme ad Ausl e Ceis

Il gioco è un passatempo fino a quando non senti l’ossessione della vincita e la tua felicità è affidata ad una roulette. Allora il gioco d’azzardo è un problema serio per grandi e piccoli”. È il messaggio affidato alla locandina che annuncia l’apertura di un nuovo servizio “per uscire dal gioco”: lo Sportello di ascolto per la prevenzione del gioco d’azzardo patologico presso il Centro per le famiglie del Comune di Modena, in piazza Redecocca 1. Lo Sportello, che apre giovedì 4 luglio, intende essere un ulteriore strumento sul fronte della prevenzione del gioco d’azzardo per favorire un contatto precoce con giocatori a rischio e facilitarne l’accesso ai servizi di cura.

Destinatari del servizio sono quindi cittadini a rischio, non solo chi ha già il problema a livello patologico, ma anche chi ha il sospetto che il gioco stia assumendo un ruolo determinante per sé o un familiare o desidera anche solo avere informazioni a riguardo.

Nasce da un progetto di Comune di Modena, Azienda Ausl e Fondazione Ceis nell’ambito degli interventi distrettuali per la prevenzione ed il contrasto al gioco d’azzardo patologico per il biennio 2019-2020. I progetti, circa una decina di cui alcuni già avviati, come le iniziative del marchio “Slot free”, coinvolgono diversi settori dell’Amministrazione comunale, dell’Azienda sanitaria e del Terzo settore con il coordinamento del Settore Politiche sociali e godono di un finanziamento regionale.

In particolare, con lo Sportello di ascolto di piazza Redecocca esperti e operatori del Ceis escono dai centri preposti negli ambiti sanitari per entrare più facilmente in relazione con le famiglie toccate da un problema che può seriamente minare i rapporti all’interno del nucleo. Il nuovo Sportello è infatti inserito all’interno dei Servizi sociali territoriali e in particolare di quelli espressamente rivolti alla famiglia.

È aperto il giovedì dalle 15.30 alle 18.30 e offre accoglienza, ascolto e informazioni relative ai problemi del gioco d’azzardo, consulenza telefonica, informazioni e orientamento sulla rete dei Servizi territoriali, incontri individuali e di gruppo. Il progetto prevede anche l’attivazione di gruppi di confronto e supporto di mutuo aiuto, oltre che iniziative di sensibilizzazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Allo Sportello si accede di persona presso il Centro per le Famiglie, telefonicamente (392 5837478) o per e-mail (centro.famiglie@comune.modena.it). Per informazioni sul servizio si può contattare il Centro per le Famiglie tel. 059 2033343-3614.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Venerdì sera, ritorna la movida. Multati sei locali del centro storico

  • Perde il controllo della moto, 21enne muore sulla Nuova Estense

  • Coronavirus, un giorno da ricordare. Nessun nuovo caso e nessun decesso a Modena

  • Contagio, un nuovo caso a Modena. Deceduta una donna di Pavullo

  • Chiude anche la Cornetteria: "Queste regole impediscono di lavorare"

  • Coronavirus, tornano a crescere i casi in regione. "Stiamo testando gli asintomatici"

Torna su
ModenaToday è in caricamento