25 Aprile in piazza, corona al Sacrario e controlli di polizia

La cerimonia essenziale in piazza Torre è stata contornata da qualche polemica e dalle verifiche degli agenti sulle autocertificazioni delle persone intervenute

Sono iniziate questa mattina alle ore 10, con la Santa Messa officiata in Duomo dall’Arcivescovo Erio Castellucci, le celebrazioni per il 24 Aprile, con un parterre molto ristretto di autorità. Un ora più tardi il momento della deposizione di una corona davanti al Sacrario della Ghirlandina, cui hanno preso parte il sindaco Gian Carlo Muzzarelli e il presidente del Consiglio Comunale Fabio Poggi, oltre a pochi esponenti di Anpi e Istituto Storico.

Pochi minuti di raccoglimento seguiti poi da "Bella Ciao", eseguita dal coro delle mondine e diffusa dagli altoparlanti di un furgone accanto alla Torre. Nella piazza erano presenti alcune decine di persone, per la maggior parte "non addette ai lavori", la presenza era ovviamente motivata solo dal desiderio di presenziare alla ricorrenza o dalla sosta di una passeggiata festiva in centro storico.

Al termine della commemorazione - prima che le cerimonie si trasferissero all'interno del Municipio - si è verificato una scena inusuale, con una residente di via Emilia che si è affacciata alla finestra gridando all'indirizzo del sindaco: "Non ci fate andare a messa, ma questa celebrazione si può fare?". Muzzarelli e Poggi hanno ironicamente risposto che a messa c'erano appena stati, come effettivamente era accaduto. La donna ha incalzato: "Mia figlia non può andare al parco ma voi potete riunirvi qui?", indicando i presenti in piazza e in via Emilia. In questo caso non c'è stata risposta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In coda alla piccola cerimonia si sono svolti anche controlli da parte della polizia in borghese e della Municipale, che hanno chiesto ad alcuni dei presenti di esibire o compilare le autocertificazioni. Al momento non è noto se siano state elevate multe.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 71 nuovi positivi, di cui 48 asintomatici. A Modena focolaio in un prosciuttificio

  • Covid. Altri 18 contagiati nel focolaio del salumificio di Castelnuovo

  • Frontale nelle campagne di Soliera, muore un ragazzo di 20 anni

  • Contagio, 7 casi nel modenese. Uno è in ospedale

  • Forno rumoroso in centro storico, sequestrati i locali per la produzione

  • Viaggia con la figlia e 32 kg di marijuana in auto, arrestato in A1

Torna su
ModenaToday è in caricamento