Percorso Senologico, al Policlinico +300% delle ricostruzioni mammarie in due anni

Confermata la certificazione EUSOMA per la qualità del lavoro svolto dall'equipe modenesi, già forti di un ottimo risultato nel 2016

L’European Society of Breast Cancer Specialist (EUSOMA), ha confermato per il triennio 2018-2021 la certificazione di qualità che il Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale Senologico dell’AOU di Modena aveva già guadagnato nel 2016. L’European Society of Breast Cancer Specialist (EUSOMA) è il massimo organismo scientifico europeo che si occupa del tumore al seno e ha effettuato un’analisi a 360° che ha riguardato l’organizzazione, la casistica e le competenze professionali e che è stata svolta, in un intervallo di tempo di 6 mesi, da alcuni dei più importanti esperti del settore a livello europeo e internazionale. 

La certificazione EUSOMA attesta la presenza presso il Policlinico dell’Azienda Ospedaliero - Universitaria di Modena di una Breast Unit, cioè un’unità integrata per la lotta al tumore al seno che garantisce un approccio multidisciplinare che coinvolge specialisti di tutte le discipline previste: chirurgia senologica, chirurgia plastica e ricostruttiva, oncologia, radiologia, radioterapia, anatomia patologica, medicina nucleare, fisioterapia e attività psico-sociale, col supporto della Direzione sanitaria, della Direzione Professioni sanitarie e del Servizio Assicurazione Qualità. Sono i vari specialisti a mettersi a disposizione dell’assistita per offrire un intervento tempestivo e integrato. 

Uno dei punti di forza dell’organizzazione del Policlinico è stato anche l’aumento del 300% delle ricostruzioni mammarie, insieme alla ormai consolidata integrazione tra le varie componenti professionali per garantire alle pazienti un percorso sempre più fruibile e strutturato. L’integrazione del personale, soprattutto per il contributo di assistenza infermieristica, riabilitativa e psicologica, è un requisito fondamentale per il corretto funzionamento della Breast Unit multidisciplinare. Altro aspetto decisivo della certificazione è stata la presenza di una casistica di alto livello per quantità e difficoltà.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“La verifica di quest’anno– ha commentato il prof. Giovanni Tazzioli, Responsabile della Breast Unit modenese – è stata ancora più severa di quella del 2016. Questo è avvenuto perché lo spirito dell’EUSOMA è quello di accompagnare le strutture in un continuo miglioramento a beneficio dei pazienti. Confermarsi è sempre difficile, migliorarsi lo è ancora di più. Per questo la soddisfazione è molta.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Venerdì sera, ritorna la movida. Multati sei locali del centro storico

  • Perde il controllo della moto, 21enne muore sulla Nuova Estense

  • Coronavirus, un giorno da ricordare. Nessun nuovo caso e nessun decesso a Modena

  • Contagio, un nuovo caso a Modena. Deceduta una donna di Pavullo

  • Chiude anche la Cornetteria: "Queste regole impediscono di lavorare"

  • Coronavirus, tornano a crescere i casi in regione. "Stiamo testando gli asintomatici"

Torna su
ModenaToday è in caricamento