Dall'Accademia Militare una donazione per la Terapia Intensiva del Policlinico

Nonostante le particolari circostanze imposte dall’emergenza gli Allievi Ufficiali non hanno fatto mancare il loro contributo solidale alla città. Intanto le lezioni proseguono a distanza anche per i cadetti

Lo scorso 13 marzo, a seguito delle disposizioni emanate dallo Stato Maggiore dell’Esercito, l’Accademia Militare ha attuato un piano che ha permesso agli Allievi Ufficiali di tornare presso le proprie famiglie, dove rimarranno, nel rispetto delle misure di contrasto alla diffusione del coronavirus emanate dalle competenti Autorità nazionali, sino alla riattivazione dei corsi.

Queste circostanze non hanno interrotto le attività degli Allievi: gli studi proseguono attraverso le lezioni universitarie organizzate sulle piattaforme informatiche delle Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia e di Bologna, le istruzioni militari procedono con lezioni registrate presso l’Accademia Militare ed attraverso “chat rooms” con gli insegnanti militari e gli Ufficiali di inquadramento, mentre le attività fisiche seguono dei programmi specifici diffusi attraverso canali social attivati per la particolare esigenza.

In questo momento del tutto eccezionale, anche l'istituzione militare modenese ha pensato alla solidarietà. il 17 marzo scorso l’Associazione "UNA ACIES" - la onlus con sede presso l’Accademia Militare e formata da tutti gli Allievi e dai loro Ufficiali d’inquadramento - ha voluto contribuire alla lotta contro il coronavirus donando al reparto di terapia intensiva del Policlinico di Modena la somma di 8.963 euro. La dottoressa Ilaria Cavazzuti, anestesista rianimatrice, ha espresso sentimenti di gratitudine da parte dell’intero reparto all’Associazione, che anche in questa difficile emergenza non ha fatto mancare il suo supporto.

L’associazione ogni anno contribuisce a progetti intesi alla conservazione del patrimonio storico, architettonico e culturale dell’Accademia Militare, alla trasmissione delle tradizioni militari alle future generazioni di Ufficiali dell’Esercito e dell’Arma dei Carabinieri, oltre a partecipare ad altre iniziative benefiche.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Comandante dell’Accademia Militare, Generale di Brigata Rodolfo Sganga, il 18 marzo scorso ha, inoltre, lanciato una simbolica sfida agli Allievi del 200° Corso “Dovere”, del 201° Corso “Esempio” ed ai loro Ufficiali d’inquadramento: quaranta piegamenti sulle braccia al giorno per quaranta giorni, donando un euro al giorno a favore del pronto soccorso del Policlinico di Modena, per confermare la tangibile presenza e la concreta vicinanza dell’Accademia Militare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Venerdì sera, ritorna la movida. Multati sei locali del centro storico

  • Perde il controllo della moto, 21enne muore sulla Nuova Estense

  • Coronavirus, un giorno da ricordare. Nessun nuovo caso e nessun decesso a Modena

  • Contagio, un nuovo caso a Modena. Deceduta una donna di Pavullo

  • Chiude anche la Cornetteria: "Queste regole impediscono di lavorare"

  • Coronavirus, tornano a crescere i casi in regione. "Stiamo testando gli asintomatici"

Torna su
ModenaToday è in caricamento