Accordo tra Avis e Polizia, il Questore è il primo donatore del progetto

Il dott. Agricola ha effettuato il prelievo insieme ai poliziotti neo donatori, primo risultato dell’accordo siglato fra la Polizia e l’associazione modenese sulla promozione della sicurezza e della salute

L’Avis di Modena ha ospitato questa mattina i vertici della Questura e gli uomini della Polizia di Stato da Modena e dai Commissariati della provincia per la loro prima donazione di sangue. Nove i poliziotti neo donatori, due gli aspiranti che hanno effettuato i pre esami di idoneità, mentre uno ha effettuato al Centro Trasfusionale del Policlinico la prima donazione di piastrine. Insieme a loro il Questore di Modena dott. Maurizio Agricola e il vicario dott. Raffaele Gargiulo, entrambi alla prima esperienza come donatori. Si sono sottoposti al prelievo anche il medico della Polizia dott. Eugenio Di Ninno e la dirigente dell’ Ufficio Economato dott.ssa Belli.

Le donazioni di questa mattina sono solo i primi risultati della collaborazione fra Avis e Polizia di Stato sancita lo scorso 24 novembre in occasione del convegno in Questura sul tema del dono. Sicurezza e salute dei cittadini sono alla base dell’accordo, che vede i poliziotti in prima linea anche con il loro esempio di solidarietà. Per promuovere la diffusione della coscienza trasfusionale è attiva  all’interno della Polizia l’Associazione Donatori Volontari Polizia di Stato ADVPS, che ha visto la luce per la sezione dell’Emilia Romagna nell’aprile 2018. Da allora, anche in sinergia con Avis, è costantemente impegnata nelle attività di sensibilizzazione al dono del sangue del personale della Polizia e delle loro famiglie, oltre che dei cittadini.

Anche da queste iniziative congiunte derivano i dati positivi sulla raccolta di sangue in provincia nei primi mesi dell’anno, che registrano a febbraio 2019 un aumento del 2,17% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.          
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cinque emiliani contagiati, Bonaccini: "Stiamo valutando chiusura di nidi, scuole, impianti sportivi e musei"

  • Trema la pianura, scossa di terremoto MI 3.4 tra Modena e Reggio

  • Coronavirus. Tutte le scuole in Emilia-Romagna chiuse fino al 1 marzo

  • Due nuovi casi di contagio a Modena, ricoverati due famigliari del paziente carpigiano

  • Coronavirus, cresce il numero dei contagiati. Casi anche a Sassuolo e Maranello

  • Coronavirus, raggiunta quota 47 contagi in regione. A Modena sono 8 gli ammalati

Torna su
ModenaToday è in caricamento