Fondazione Fare Cinema, i corsi 2020 di produzione e sceneggiatura

I corsi, che si svolgeranno a Bobbio, sono a numero chiuso e gratuiti - realizzati con risorse del Fondo sociale europeo e delle Regione Emilia Romagna. Iscrizioni entro il 6 marzo

Nella mattinata di martedì 21 gennaio è stata presentata l’offerta formativa per l’anno 2020 della Fondazione Fare Cinema, presieduta da Marco Bellocchio e diretta da Paola Pedrazzini.

Due i corsi proposti, che si svolgeranno a Bobbio da marzo a dicembre 2020, con una pausa estiva: sceneggiatura e produzione, che come nella tradizione della Fondazione si avvarranno di docenti d’eccezione, rendendo il percorso particolarmente qualificato e qualificante. I percorsi sono rivolti a occupati e disoccupati residenti o domiciliati in Emilia Romagna, che abbiano uno spiccato interesse per gli ambiti proposti, nonché conoscenze e capacità attinenti a queste aree professionali. 

«C'era la necessità di offrire una formazione continuativa anche nel periodo invernale» ha commentato Paola Pedrazzini, direttrice Fondazione Fare Cinema. «Siamo molto soddisfatti di questa proposta e per noi il 2020, dopo tanti anni di attività, è finalmente il momento in cui la Fondazone è il soggetto attuatore di tutto ciò che fa. Per noi questo è sia un punto di arrivo che di partenza».

«Questa è un'iniziativa importante da parte della Fondazione: Bobbio su questo ha investito tanto, e la sinergia con tutte le realtà coinvolte sta dando degli ottimi risultati, positivi anche per la città» ha aggiunto Roberto Pasquali, sindaco di Bobbio. «Dopo aver raggiunto la vetta come Borgo più bello d'Italia, c'è tanto interesse e ci sono molti progetti anche sul lato cinematografico, e Bobbio può tranquillamente diventare anche la città del cinema».

“Scrivere per il cinema: lo sceneggiatore dall’idea al film” sarà strutturato in 600 ore totali, di cui 200 in aula e 400 di project work, tenuta dalla docente Valia Santella - reduce dal grande successo de “Il traditore” che le è valso il Nastro d’Argento 2019 e candidato italiano agli Oscar 2019.

“Il produttore cinematografico tra creatività e innovazione” avrà come docente principale Gianluca Arcopinto, già direttore artistico del corso di Produzione al Centro Sperimentale di Cinematografia e unico in Italia a distinguersi soprattutto nella produzione di opere prime in maniera sistematica. Sarà strutturato con 300 ore complessive, di cui 200 in aula e 100 di project work.

A fine percorso sarà rilasciato un attestato di frequenza. L’accesso a entrambi i corsi è a numero chiuso e sono previsti 12 partecipanti per classe. Chi desidera candidarsi deve inviare la scheda di iscrizione all’indirizzo iscrizioni@fondazionefarecinema.it entro e non oltre il 6 marzo. La scheda di iscrizione e le specifiche per gli allegati si trovano sul sito www.fondazionefarecinema.it

Qualora le domande di iscrizione siano superiori al numero d posti disponibili, è prevista una prova di selezione, formata da una parte scritta e orale, al fine di verificare i requisiti di accesso. I corsi si avvalgono anche di una rete di promotori importante: Kavac Film, Cineteca di Bologna, Madeleine Film e Comune di Bobbio.

WhatsApp Image 2020-01-31 at 18.11.50-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cinque emiliani contagiati, Bonaccini: "Stiamo valutando chiusura di nidi, scuole, impianti sportivi e musei"

  • Trema la pianura, scossa di terremoto MI 3.4 tra Modena e Reggio

  • Coronavirus. Tutte le scuole in Emilia-Romagna chiuse fino al 1 marzo

  • Aggiornamento Coronavirus, la situazione in Emilia-Romagna. "Chi ha dubbi chiami il 118"

  • Scontro in via Salvo D'Acquisto, l'ambulanza si ribalta

  • Coronavirus. Unimore sospende lezioni ed esami per tutta la settimana

Torna su
ModenaToday è in caricamento