Furti nei negozi in calo, ma Modena resta 18esima in Italia

A livello provinciale commessi circa 193 furti ogni 100mila abitanti. Feste, weekend e saldi i periodi più critici. Il commento di Confesercenti

Ragazzi e giovani adulti che intascano articoli di cancelleria, batterie o chiavette Usb ,ragazze e donne che trafugano prodotti alimentari. Poi ci sono i ladri “di professione”, dotati di borse “schermate” e piccole bande di criminali che organizzano furti su commissione nei negozi e nei pubblici esercizi.

“Quello dei furti è un fenomeno difficile da estirpare che, anche sul nostro territorio, mantiene purtroppo un peso importante”, sostiene Confesercenti Modena, riflettendo sui dati diffusi da “Retail Security in Europe. Going beyond Shrinkage” che ha raccolto i feedback di circa 23mila esercizi commerciali in 11 Paesi, Italia compresa.

Il territorio modenese risulta tra le prime 20 realtà provinciali italiane, è 18esimo, per numero di reati predatori, denunciati, all’interno degli esercizi commerciali. Nel 2017 sono stati circa 193 ogni 100mila abitanti (ultimo dato certo disponibile), con un calo del 12% rispetto all’anno precedente.

“Un dato migliorativocommenta l’Associazione - se raffrontato con altre realtà regionali come Bologna, Rimini, Forlì Cesena, Parma, Ravenna e Ferrara: tutte, nella classifica stilata anche dal Sole 24Ore, con numeri ben superiori rispetto alla provincia modenese. Segno che sul nostro territorio l’impegno per arginare il fenomeno non manca ed è in incremento: nella città di Modena, come previsto dall’aggiornamento del Piano Sicurezza presentato dall’Amministrazione cittadina, ci sarà un aumento sia di dotazione organica della Polizia Municipale che delle telecamere. Soprattutto però alcuni settori commerciali, tra cui ricordiamo tabaccherie, distributori di carburante, pubblici esercizi, continuano ad essere a rischio di reati predatori e atti violenti e necessitano di particolare attenzione e supporto.”

Il fenomeno è variegato. In particolar modo riguarda gli ambiti dell’abbigliamento, delle calzature, delle profumerie. Ma anche, ovviamente, supermercati, i negozi del fai-da-te e persino le stazioni di servizio. Il settore dei generi alimentari ad esempio, risulta essere tra quelli maggiormente colpiti e tra i primi cinque prodotti più rubati ci sono le bevande alcoliche (liquori e champagne), formaggi, carne, dolci e pesce in scatola. Quindi l’abbigliamento (soprattutto sportivo) con accessori, maglieria, pantaloni, gonne e camicette, mentre telefoni cellulari e auricolari sono in cima alla lista nel settore dell’elettronica, seguiti dai prodotti legati a bellezza e cosmesi.

Anche per quanto riguarda i periodi maggiormente interessati dai furti ci sono delle variazioni.  In particolare il taccheggio aumento durante le festività, specialmente il periodo natalizio, i fine settimana e, nonostante i prezzi ribassati, il periodo dei saldi. Secondo i retailers modenesi, il taccheggio è la causa più frequente delle “sparizioni in negozio”. Oltre al “prendi e scappa”, i metodi più utilizzati sono la rottura di etichette/placche antitaccheggio e l’uso di borse schermate. Gli esercenti modenesi sottolineano anche il ruolo svolto da micro-bande, composte da 3-4 persone, spesso specializzate e ben attrezzate con strumenti per staccare le etichette antitaccheggio o jammer (cioè disturbatori di frequenze). A questi fenomeni fanno seguito i furti con scasso e i reati predatori: nel 50% dei casi avvenuti con minacce, ma senza il ricorso di alcun tipo di arma; nel 20% circa con armi bianche , mentre non mancano episodi marginali di violenza fisica.

Sebbene il taccheggio sia percepito come un fenomeno in aumento, il trend nazionale dei furti negli esercizi commerciali, stando ai dati ufficiali, risulterebbe in calo: in Italia si registrano 148,6 denunce ogni 100mila abitanti. Il dato modenese però è ben oltre sopra la media (192,9), anche se, conformemente a quello nazionale, risulta in diminuzione.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Salta la cassa con una tv sotto braccio, stroncata sul nascere l'impresa impossibile di un 31enne

  • Esce di strada con l'auto, morto un 59enne a Manzolino

  • L'ex compagno di classe saluta la sua ragazza, lui lo colpisce con una testata

  • Caduta sulla rotonda di Vaciglio, grave un cicloamatore

  • Sale su un traliccio alla stazione e minaccia di gettarsi, salvata dai Carabinieri

  • Meteo | Torna il caldo con valori fino a +35°C, ma non per molto

Torna su
ModenaToday è in caricamento