Le guardie zoofile di Fareambiente ricevute in Piazza Grande

Il sindaco Muzzarelli ha incontrato il coordinatore Stefano Diana e il vice Aldo Corradini, alla guida del gruppo modenese in attività da circa un anno

È attivo da poco meno di un anno ma ha già svolto un buon numero di interventi, soprattutto di informazione e sensibilizzazione, il gruppo provinciale delle guardie zoofile e ambientali dell’associazione Fareambiente guidato da Stefano Diana, coordinatore, e Aldo Corradini, vice coordinatore, che, sabato 31 agosto, hanno incontrato in Municipio il sindaco Gian Carlo Muzzarelli.

L’incontro è stato l’occasione per presentarsi ufficialmente e illustrare al sindaco, al quale i due coordinatori hanno donato una targa realizzata a mano, i progetti per il futuro incentrati in particolare su iniziative di educazione ambientale aperti alla cittadinanza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il gruppo, che fa parte dell’associazione nazionale Fareambiente, è composto da una trentina di volontari, circa la metà dei quali sono guardie zoofile ambientali con funzioni di polizia amministrativa e giudiziaria mentre gli altri si stanno formando, copre l’intero territorio provinciale e collabora con la Polizia Municipale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Contagio, 7 positivi a Modena. Si tratta di due focolai famigliari

  • Contagio. Tre ricoveri a Modena, uno in Terapia Intensiva

  • Frontale nelle campagne di Soliera, muore un ragazzo di 20 anni

  • Contagio. Nel modenese 5 casi, di cui uno ricoverato in ospedale

  • Contagio, 7 casi nel modenese. Uno è in ospedale

  • Trafficante di cocaina reagisce all'arresto e punta la pistola in faccia ad un carabiniere

Torna su
ModenaToday è in caricamento