Guida autonoma, Unimore svela sulle strade i veicoli del futuro

Durante la seconda giornata del Motor Valley, Unimore all’interno del MASA Open Lab ha dato dimostrazioni di guida autonoma su vetture modificate per una mobilità completamente smart

Unimore è uno dei protagonisti della prima edizione di Motor Valley Fest, il grande festival diffuso nella “Terra dei Motori”. Dalla mattina di oggi Modena è diventata un laboratorio a cielo aperto per lo sviluppo della mobilità smart e della guida connessa e autonoma, grazie all’evento MASA OPEN LAB (Modena Automotive Smart Area), organizzato da Unimore, Fondazione Democenter e Comune di Modena in collaborazione con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e il supporto della Regione Emilia-Romagna.

L’evento ha visto una serie di veicoli modificati per mostrare ai curiosi e appassionati Demo, dimostrazioni di guida assistita e mobilità connessa, il tutto all’interno dell’Area Porta Nord in via Montessori, a pochi passi dalla stazione.

Le auto in concessione ad Unimore grazie a vari progetti europei sono state rivestite con videocamere e radar per consentire al veicolo di posizionarsi all’interno di un’area e di scegliere il percorso più adatto da seguire. In più la zona in cui si sono tenute le dimostrazioni, il MASA Open Lab, è un vero e proprio laboratorio a cielo aperto completamente cablato grazie a videocamere intelligenti che forniscono alle vetture di guida autonoma tutte le informazioni necessarie come ad esempio lo stato del traffico e i pedoni in circolazione. Parcheggi automatici, ripetizione di manovre complicate, sistemi di sicurezza di guida tramite il riconoscimento di oggetti: sono solo alcune delle funzionalità che queste auto del futuro hanno in serbo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’automobile sta vivendo un momento storico di transizione, accompagnato da un ripensamento della mobilità più in generale. Alle auto si chiede sempre di più: non devono solo trasportare persone o cose, ma anche interagire tra di loro e con il sistema, muoversi autonomamente, capire lo stato di attenzione del guidatore e/o dei passeggeri, e prendere delle decisioni. Tutte queste nuove funzionalità sono abilitate dalle nuove tecnologie elettroniche che forniscono non solo enormi potenze di calcolo, ma anche nuovi sistemi per le più disparate applicazioni: dal riconoscimento delle immagini, all’analisi della qualità dell’aria nell’abitacolo e nelle immediate vicinanze, al monitoraggio dello stato di salute del guidatore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Contagio, 7 positivi a Modena. Si tratta di due focolai famigliari

  • Coronavirus, stranieri positivi rientrati in Italia e isolati. Salgono di 51 i casi in regione

  • Contagio. Tre ricoveri a Modena, uno in Terapia Intensiva

  • Frontale nelle campagne di Soliera, muore un ragazzo di 20 anni

  • Contagio. Nel modenese 5 casi, di cui uno ricoverato in ospedale

  • Contagio, 7 casi nel modenese. Uno è in ospedale

Torna su
ModenaToday è in caricamento