Coop Alleanza 3.0 sostiene sei progetti modenesi per la difesa dell'acqua

Soci e clienti possono contribuire donando punti in cassa o dal sito, usando la Carta Iosì o acquistando i peluche Acquamici. In tutto, la Cooperativa contribuisce a 60 iniziative di realtà locali per tutelare mare e fiumi e combattere l’inquinamento

Sei progetti dedicati al territorio modenese in difesa della risorsa più preziosa: l’acqua. Coop Alleanza 3.0 sostiene l’ambiente con “Io sì”, la campagna che contribuisce alla realizzazione di iniziative di realtà locali impegnate per la tutela di mari e fiumi, la lotta all’inquinamento, l’educazione verso le scuole e le famiglie. Soci e clienti possono partecipare donando dal sito all.coop/iosi oppure nei negozi, usando l’apposita Carta Iosì, donando attraverso la raccolta punti o acquistando i peluche per i bambini Acquamici.

Complessivamente, la Cooperativa sostiene 60 iniziative nelle regioni in cui opera (Friuli-Venezia Giulia, Veneto, Lombardia, Emilia-Romagna, Marche, Abruzzo, Puglia, Basilicata, Sicilia): per vedere tutti i progetti, conoscere le fasi degli interventi e sapere quali sono le associazioni che li realizzano basta andare su all.coop/iosi.

L’ambiente è da sempre al centro dell’attenzione di Coop Alleanza 3.0: dalla vendita di prodotti biologici ed ecologici alla gestione sostenibile di energia ed acqua, dalla lotta agli sprechi agli incontri di sensibilizzazione. L’ultima iniziativa nazionale, che aderisce alla campagna lanciata dall’Unione europea, si occupa della riduzione della plastica, con la sostituzione di quella usa-e-getta con materiali alternativi e biodegradabili da tutti i prodotti a marchio Coop.

I sei progetti modenesi di “Io sì”

“Le aree protette di pianura e i loro canali” realizzato da Centro di educazione ambientale del Comune di Nonantola. Torrazzuolo e l'Oasi di Manzolino sono aree naturalistiche della Rete Natura 2000 dei comuni di Nonantola e Castelfranco Emilia, la cui nascita e sviluppo sono stati possibili grazie alle acque portate dal reticolo di canali gestiti dalla Bonifica Burana. Lo Sportello ambiente del Ceas del Comune di Nonantola e dei Comuni dell'Unione del Sorbara organizza con il Consorzio di Bonifica Burana due visite alle aree naturalistiche. I partecipanti saranno accompagnati attraverso percorsi ciclabili e strade bianche di campagna alle aree ecologiche. Al termine della visita ci sarà uno spettacolo teatrale a tema, e buffet finale con prodotti locali e biologici.

“Benessere Acqua” realizzato dall’ Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità Emilia Centrale in collaborazione con le zone Soci di Modena città. Con una serie di iniziative rivolte a bambini e adulti, la proposta educativa e informativa porterà maggiore consapevolezza sull'importanza dell'acqua, una risorsa preziosa, vitale e fondamentale per le attività umane: dall'agricoltura all'industria e all'uso domestico. L’acqua è un elemento importante che può arrivare a determinare fenomeni climatici opposti come siccità ed inondazioni. L'esperienza sensoriale e le altre iniziative volte a illustrare il ruolo delle aree protette, dei parchi e delle riserve nella tutela dell’ambiente e della biodiversità, sensibilizzeranno la cittadinanza alla salvaguardia dei corsi d’acqua e a fare acquisti più consapevoli.

“H2Oro: il valore dell’acqua” realizzato dal  Centro di educazione alla sostenibilità (Ceas) Pedecollinare. Il Centro di educazione alla sostenibilità (Ceas) Pedecollinare sensibilizzerà la cittadinanza dei comuni di Sassuolo, Fiorano Modenese, Formigine e Maranello, e in modo particolare i più giovani, alla tutela e salvaguardia dell’acqua. Il progetto prevede laboratori ludico-sensoriali, letture animate, giochi e laboratori artistici per bambini e ragazzi e uno spettacolo di animazione rivolto a tutti.

“Biodiversità Azzurra: il fiume nelle nostre mani” realizzato dalla Cooperativa sociale Giovani Ambiente Lavoro. In un territorio come la valle del Panaro in cui il fiume Panaro modella il paesaggio e influenza le attività umane, è indispensabile affrontare il tema della tutela dell'acqua in quanto risorsa e bene comune. Saranno organizzate iniziative volte a far conoscere il fiume e la sua ricca biodiversità, e ad educare a un corretto rapporto con l'acqua e con l'ambiente che lo circonda.

“Il Mondo in una goccia” realizzato da Ceas dell’Unione Terre d’Argine. Il progetto si articola in due giornate di iniziative volte a rafforzare nella cittadinanza una maggiore consapevolezza rispetto alla risorsa acqua: punti informativi, caccia al tesoro per famiglie e gruppi, letture animate, laboratori, proiezioni cinematografiche. Sul territorio delle Terre d’Argine l’evento si avvale della collaborazione del Centro di Educazione alla Sostenibilità, punto di riferimento sulle tematiche ambientali per cittadini, enti ed associazioni. Ospite speciale degli eventi Lady Gocciolina, un curioso costume animato che catturerà e veicolerà l’attenzione di grandi e piccini sul tema dell’acqua.

 “L’acqua in bicicletta” realizzato dal Servizio di Coordinamento Politiche Ambientali – Centro di Educazione alla Sostenibilità “La Raganella” dell’Unione Comuni Modenesi Area Nord. Il progetto propone una mappatura interattiva delle fontane ad uso pubblico e delle Case dell’Acqua sul sito web dell’Unione Comuni Modenesi Area Nord. Saranno indicate inoltre la distanza rispetto alle ciclovie principali e le opportunità cicloturistiche del territorio (punti di interesse culturali, ambientali o enogastronomici).

Come sostenere i progetti

I progetti di “Io sì” si possono sostenere in tre modi. La donazione può essere fatta dai soci nei negozi, acquistando gli Acquamici: otto peluche a forma di animaletti marini. Per ogni pupazzo, Coop Alleanza 3.0 dona 10 centesimi ai progetti. Per ottenere un Acquamico bastano 900 punti, oppure fino al 2 dicembre si possono raccogliere 10 bollini (uno ogni 20 euro di spesa) e aggiungere 3,90 euro; i peluche si ritirano fino al 31 dicembre.

Sempre nei negozi, soci e consumatori possono usare fino al 31 gennaio anche la Carta Iosì, disponibile al Punto soci (in consegna su tutta la rete entro il 16 novembre). È gratuita e ha un codice a barre che, se passato in cassa, aggiunge 1 euro all’importo della spesa, interamente devoluto al progetto locale associato al punto vendita. Se soci e clienti, invece, vogliono donare 1 euro a un progetto al di fuori del proprio territorio possono scaricare il codice a barre corrispondente all’iniziativa e presentarlo alla cassa stampato.

Sempre entro il 31 gennaio 2019, infine, i soci possono destinare i punti della raccolta sia in cassa, donando direttamente al progetto di riferimento di quel negozio, che online su all.coop/iosi, scegliendo l’iniziativa che preferiscono, nel proprio territorio o al di fuori. La Cooperativa trasferirà al progetto selezionato 1 euro ogni 100 punti donati.

I negozi di Coop Alleanza 3.0, infine, ospiteranno iniziative e appuntamenti per adulti e bambini, per sensibilizzare in modo diverso sul tema dell’inquinamento delle acque interne e marittime del nostro Paese.

Potrebbe interessarti

  • Le migliori trattorie del centro storico di Modena

  • I 5 parchi naturali più belli della provincia di Modena

  • Dove fare barbeque e pic-nic nei parchi della provincia di Modena

  • Calo di energia durante il giorno ? Dagli USA arriva il Metodo Power Nap

I più letti della settimana

  • Auto finisce fuori strada e prende fuoco, morto il conducente

  • Uccisa con un coltello dal marito, un dramma della malattia in via Alassio

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Fuori strada con la moto, 29enne muore sulla Canaletto

  • Truffa dello specchietto, famiglia con due bimbi piccoli fugge e sperona l'auto della Polizia

  • Fugge alla Polstrada per chilometri, bloccata in mezzo alla rotatoria di Baggiovara

Torna su
ModenaToday è in caricamento