Restauro, parte il cantiere sulla facciata del Palazzo Ducale

Intervento da 500 mila euro nell’ambito del progetto Ducato Estense; sarà concluso nei primi mesi del 2019. Progetto sviluppato da Comune e Accademia Militare

Prendono il via i lavori per il restauro della facciata del Palazzo Ducale di Modena, sede dell’Accademia Militare, finanziato con 500 mila euro nell’ambito del progetto Ducato Estense del Ministero dei Beni culturali. Il cantiere sarà avviato con il montaggio del ponteggio oggi, venerdì 6 luglio, approfittando del temporaneo distacco della corrente dei filobus che transitano davanti al Palazzo programmato da Seta per lavori di manutenzione, e verrà ultimato entro i primi mesi del 2019. Il progetto è stato sviluppato dal Comune, in collaborazione con le strutture tecniche dell’Accademia Militare, e la gara d’appalto si è conclusa con l’aggiudicazione definitiva all’azienda Grm sas di Milazzo Roberto di Paternò (Catania).

Per il restauro della facciata del Palazzo, ricca di fregi e decori propri della sua pregevole architettura seicentesca, si prevedono interventi di consolidamento delle parti prevalentemente realizzate con fragile pietra calcarea, soggetta a fessurazioni e distacchi per cause climatico-ambientali e strutturali. Mentre risulta ormai superato, con l’intervento di riqualificazione realizzato in piazza Roma e la sua pedonalizzazione, il problema dovuto all’incidenza sull’edificio delle vibrazioni del traffico urbano.

I lavori prevedono il restauro o la sostituzione delle persiane delle finestre della facciata sud del Palazzo, oltre che il restauro dell’ornato lapideo del portale e della balconata del torrione centrale.

Per 27 delle 48 persiane storiche in essenza di larice si prevede il restauro, mentre per le altre, in condizioni non più recuperabili, si procederà alla sostituzione con il rifacimento con le stesse misure e gli stessi metodi costruttivi di quelle originali. Le stesse procedure verranno utilizzate anche per le basi dei controtelai.

Per la balconata sono previsti interventi di consolidamento con la demolizione del pavimento in cotto e della soletta in cemento armato, realizzati intorno agli anni Ottanta, mentre verranno sostituiti con nuovi manufatti in acciaio inox le graffe metalliche ed i perni arrugginiti installati a inizio Novecento. Sarà realizzato un manto di impermeabilizzazione per eliminare le infiltrazioni di acqua così dannose per la pietra calcarea esistente e verrà quindi posato un pavimento in quadrotti di pietra calcarea simile a quella utilizzata per le altre parti della balconata.

Potrebbe interessarti

  • Le sagre di Giugno da non perdere a Modena e provincia

  • Estate 2019: piscine a Modena con orari e programmi

  • Il riso: proprietà, benefici e correlazione con l’obesità

  • Rubata o smarrita la tessera sanitaria? Come richiedere duplicato a Modena

I più letti della settimana

  • Persona investita e uccisa dal treno, circolazione sospesa tra Modena e Baggiovara

  • Esce all'alba per andare a scuola da solo, bimbo di 6 anni rintracciato in Tangenziale

  • Inchiesta Veleno, "Sappiamo dov'è nostra figlia, vogliamo rivederla"

  • Grandine e vento si abbattono su Campogalliano, allagamenti e strade chiuse

  • Via Taglio, aggredisce e ferisce con un coltello un giovane per una sigaretta

  • Elezioni Mirandola, Alberto Greco conquista una storica vittoria per il centrodestra

Torna su
ModenaToday è in caricamento