Parte ufficialmente il Motor Valley Fest, l'appuntamento sarà annuale

La kermesse dedicata al mondo dei motori avrà cadenza annuale. Questo quanto deciso in mattinata dalla Regione Emilia Romagna, Comune di Modena e dalla Camera di commercio prima del taglio del nastro alla presnza di John Elkann

E' il giorno dell'inaugurazione del Motor Valley Fest. L'attesissimo evento diffuso è stato tenuto a battesimo stamattina presso il cortile d'onore del Palazzo Ducale di Modena, dove le autorità locali, gli amministratori e le aziende dell'automotive hanno formalmente dato il via alla kermesse. Presente al taglio del nastro anche John Elkann in rappresentanza di Fca e lo chef Massimo Bottura, in prima linea come uomo immagine della modenesità.

La cerimonia è stata preceduta da un atto ancora pià significativo. Regione Emilia-Romagna, Comune di Modena e Camera di commercio di Modena hanno sottoscritto infatti un protocollo d’intenti con il quale si impegnano a riproporre tale manifestazione “con periodicità annuale e a sviluppare le ulteriori potenzialità di valorizzazione e promozione del territorio”.

Il documento, firmato dal sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli, il presidente della Regione Stefano Bonaccini e dal presidente della Camera di commercio Giuseppe Molinari,  sottolinea in particolare come “il Motor Valley Fest sia una vetrina che tiene conto delle nostre radici, del patrimonio storico dei brand più famosi al mondo, e che contemporaneamente sia un appuntamento che guarda al futuro della scienza, della tecnologia e delle altre dimensioni dell’urbanistica e della mobilità, con riguardo alla sostenibilità sociale ambientale dello sviluppo”.

Motor Valley Fest, il programma della manifestazione

Dopo aver ricordato la riforma della legge regionale sul turismo che ha consentito di passare dalla valorizzazione del prodotto al concetto di valorizzazione di prodotto e territorio come sistema integrato, il documento descrive la Motor Valley come “uno dei principali driver di sviluppo del turismo regionale, in ragione della presenza storica nel territorio di eccellenze del settore, anche in termini di brand unici, che hanno una rilevanza comunicativa e mediatica a livello mondiale”.

Il Motor Valley Fest vuole quindi, rispondere alla necessità di “innovare profondamente l’esperienza del Motor Show, riproponendo l’appuntamento della festa dei motori e valorizzando la tradizione, le eccellenze e la cultura del territorio regionale, dove si progettano e si producono le auto più belle e innovative del mondo”. Ricordando come Modena si sia resa disponibile a ospitare e organizzare l’evento, in collaborazione con Regione e Bologna Fiere, “con un nuovo concept, che lega fortemente le dimensioni della ricerca e della produzione dell’automotive alle altre eccellenze storiche, artistiche ed enogastronomiche del territorio”, il protocollo sottolinea anche come la città stia sempre più diventando “un polo didattico e di studi complessi sulle tecnologie del futuro”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In balia della corrente sul materassino, due ragazzi modenesi salvati in Salento

  • Auto nel fosso, grave una coppia incastrata nel veicolo capottato

  • Turista multato per l'accesso in Ztl, arriva alla Municipale un assegno dalle Hawaii

  • Lieve scossa di terremoto sull'Appennino modenese

  • Gli eventi da non perdere a Ferragosto a Modena e provincia

  • Esce di strada con l'auto, morto un 59enne a Manzolino

Torna su
ModenaToday è in caricamento