Plastic Free. Alle scuole Marconi e Paoli una borraccia per ogni alunno

Sabato avverrà la 700 borracce donate da un privato per sostituire le bottigliette di plastica. E lancio di un progetto sulla raccolta differenziata

La scuola media Marconi mette al bando le bottigliette di plastica grazie alle settecento borracce, regalate da un donatore privato che ha voluto restare anonimo, che sabato 14 dicembre saranno consegnate agli studenti dell’istituto di via Canaletto sud.

Alla consegna, programmata per le 9.30, interverranno la preside Maria Teresa Collaro, la professoressa Fabiana Vaccina, coordinatrice dei progetti salute e ambiente, il comitato genitori e una rappresentanza degli alunni. Sarà presente anche l’assessora all’Ambiente del Comune di Modena Alessandra Filippi.

L’azione per diminuire l’utilizzo della plastica monouso, e in particolare le bottigliette, si accompagna al progetto “La faccio io la differenza”, sulla raccolta differenziata, che l’istituto scolastico sta avviando in questi giorni e che coinvolge gli alunni come attori protagonisti. Alcuni, infatti, nel ruolo di “inviati verdi”, stanno preparando le locandine informative che distribuiranno ai compagni spiegando con precisione cosa deve essere gettato nella plastica, nella carta e nell’indifferenziato. All’interno di ogni classe, saranno quindi assegnati i ruoli di “alunni verdi”, con il compito di controllare che la propria classe effettui ogni giorno la raccolta differenziata. Altri alunni, infine, con il ruolo di “controllori del verde”, verificheranno periodicamente che la raccolta avvenga correttamente, premiando le classi più attente con un bollino verde. Alla fine dell’anno, la scuola premierà la classe più “verde”. 

L’operazione plastic free diventa un risparmio non solo in termini di minor impatto ambientale, ma anche per i genitori. Accade alle scuole secondarie di primo grado Paoli di Modena dove nell’ottica di ridurre la produzione di rifiuti da imballaggio e l’utilizzo di plastica, da inizio anno scolastico la fornitura di acqua in bottiglietta è stata sostituita da acqua in caraffa proveniente dall’acquedotto comunale, con un risparmio per i genitori di 30 centesimi a pasto.

Il progetto formativo Scuola Territorio riguarda 45 alunni che usufruiscono del servizio di ristorazione nei due giorni settimanali del rientro pomeridiano previsti dall’organizzazione scolastica entrata in vigore da quest’anno; il risparmio è quindi di 90 bottigliette di plastica la settimana, oltre 5000 nell’arco dell’anno scolastico.

La decisione “green” presa dall’Istituto Comprensivo 8 è stata accolta con favore dall’amministrazione comunale che con una delibera di Giunta ha di conseguenza ridotto il costo unitario del pasto da 5 euro e 90 cent a 5 euro e 60 centesimi, con una riduzione della spesa per i genitori pari al costo della fornitura dell’acqua in bottiglietta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In ormai quasi tutti i plessi scolastici di Modena la fornitura d’acqua avviene attraverso l’acqua in caraffa in una rinnovata ottica plastic free promossa dal Ministero dell’Ambiente e sostenuta dall’amministrazione comunale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Modena e provincia: 10 idee per il weekend

  • Coronavirus, tornano a crescere i casi in regione. "Stiamo testando gli asintomatici"

  • Contagio, due nuovi casi a Carpi e Castelvetro. Deceduta una 54enne

  • Auto ribaltata dopo un tamponamento in via Giardini, un ferito a Formigine

  • Le creme solari pericolose per la salute: 4 sostanze fondamentali

  • Covid. In Emilia-Romagna oggi 31 casi e 7 decessi

Torna su
ModenaToday è in caricamento