Sicurezza. Vigili in bicicletta per sorvegliare parchi e frazioni

È partito il servizio di pattugliamento in bici da parte della Polizia municipale di Modena, che integra il servizio di controllo del territorio in auto e in moto

Sono rimontati in sella gli operatori della Polizia municipale di Modena che garantiscono il servizio in bicicletta volto a integrare, durante la stagione estiva, quello svolto dal personale in moto e in auto che vigila sul territorio.

Sono una ventina gli agenti che, in sella a city e mountain bike, fino a inizio ottobre pattuglieranno parchi pubblici, centro storico, piste ciclabili e frazioni. Obiettivi del servizio sono garantire maggiore presenza in centro storico e controllo delle aree verdi, presidio delle aree più frequentate, contrasto all’attività di questua quando condotta in modo molesto, controllo del rispetto del Regolamento di Polizia urbana.

Due ogni giorno le pattuglie impegnate nel servizio che prevede, al mattino, un percorso unico con partenza dai parchi Ferrari e Londrina, fino al Novi Sad e da qui in centro storico: nell’area Patrimonio Unesco, nelle piazze Pomposa, Matteotti,  XX settembre fino al Mercato Albinelli per risalire verso i Giardini ducali, in zona Tempio, al Parco XX Aprile e in via Attiraglio e poi nuovamente in centro, a parco delle Mura e zona San Francesco, parco Pertini e viale Rimembranze.

La seconda pattuglia, nel pomeriggio, alterna invece quattro percorsi che interessano i parchi Amendola, della Repubblica e della Resistenza, Vaciglio, San Damaso e San Donnino (primo percorso); le frazioni Albareto e Villanova fino ai Giardini ducali e al Parco XX Aprile (secondo percorso); Villaggio Giardino, parco Guida Rossa, Cognento, Baggiovara, zona di palazzo Prora in città e i parchi Amendola e Ferrari (terzo percorso); le frazioni di 4 Ville (dove gli agenti arrivano con un veicolo elettrico su cui vengono trasportate le bici);  Ganaceto, Lesignana, Tre Olmi, San Pancrazio (quarto percorso).

I vigili in servizio ciclo montato indossano maglietta bianca, calzoncini corti e caschetto, oltre, naturalmente, alla normale dotazione per la difesa personale e alla radio che li collega alla sala operativa di via Galilei.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni: Provincia di Modena in linea con la Regione. Via Emilia targata Pd

  • Raro tumore ad una mano, trentenne salvato dalla cooperazione medica tra Modena e Bologna

  • Gli insulti in dialetto modenese più famosi

  • Bambina di sei anni precipita dalla seggiovia, paura sul cimone

  • Spaccio e clandestini, chiuso per dieci giorni il bar Nuovo Fiore

  • Regionali. Bonaccini esulta, domani sera festa in Piazza Grande

Torna su
ModenaToday è in caricamento