Solidarietà, oltre cento anziani in difficoltà al pranzo natalizio dei Lions

Ieri al ristorante Vinicio i soci dei club hanno servito gli anziani ospiti. In queste settimane festeggiamenti anche in residenze e centri diurni

Feste degli auguri con i familiari, tombolate di Natale, cori, auguri con i bambini delle scuole, celebrazioni e pranzi con familiari. C’è aria di Natale nelle strutture per anziani non autosufficienti, nei centri diurni e negli spazi anziani della città, che già si stanno colorando di addobbi e canti natalizi in vista delle festività.

Oltre 100 anziani residenti nelle strutture protette o seguiti dai Servizi sociali hanno preso parte, inoltre, al tradizionale pranzo degli auguri offerto dai Lions club di Modena presso il ristorante Vinicio, domenica 1 dicembre. L’appuntamento è come sempre promosso dai Lions modenesi e dal Leo club (associazioni giovanili) in collaborazione con l’assessorato a Politiche sociali del Comune di Modena; partecipano inoltre, predisponendo i trasporti, le associazioni Avpa-Croce blu, Anteas, e Auser.

Al pranzo di Natale dei Lions, che quest’anno giunge alla decima edizione, hanno partecipato anche il sindaco Gian Carlo Muzzarelli e l'assessora alle Politiche sociali Roberta Pinelli che in occasione della conferenza stampa di presentazione dell'iniziaitiva, in Municipio, ha ringraziato i Lions ricordando come “il pranzo di auguri con gli anziani sia ormai una tradizione per la nostra città e una bella iniziativa di solidarietà che rafforza la coesione sociale”.

Insieme ai presidenti di club erano presenti anche il presidente di zona Cesare Angeli e l’Officer distrettuale del Lions Gianfranco Sabatini che hanno sottolineato che “non solo per gli anziani che partecipano, ma anche per i soci Lions il pranzo degli auguri di Natale è un appuntamento importante e atteso. E rientra completamente nel nostro spirito: il motto dei Lions club è infatti ‘noi serviamo’, oltre ad essere l’occasione per trascorrere alcune ore in compagnia con spirito di condivisione”.

Dei 110 anziani invitati a partecipare al pranzo, 73 ospiti provengono dalle 13 case residenza del Comune di Modena e sono stati accompagnati da 24 tra operatori e volontari; 37 sono anziani soli segnalati dai Poli sociali del territorio e sono stati accompagnati da sei volontari di Avpa Croce Blu, Auser e Anteas.

“Il pranzo di Natale – ha concluso l’assessora alle Politiche  Roberta Pinelli – è un’ulteriore bella occasione per i nostri anziani per trascorrere alcune ore insieme sentendosi parte della comunità e rientra appieno tra le tante attività di socializzazione che promuoviamo all’interno delle strutture, ma anche sul territorio, perché non bisogna dimenticare che sono complessivamente 2400 gli anziani seguiti, in vario modo, dai Servizi sociali. Il Natale, in particolare, è uno dei momenti speciali in cui le strutture si aprono per consentire alle famiglie di trascorrere la festa con i propri cari e con gli operatori che quotidianamente si prendono cura di loro”.

Per tutto il mese di dicembre, in particolare, i festeggiamenti nelle quindici residenze per anziani presenti nel territorio comunale, nei sette Centri diurni e nei tre Spazi anziani gestiti dal Comune, coinvolgeranno circa 1300 ospiti, ma anche molti familiari, oltre a scolaresche e associazioni di volontariato.

Il pranzo offerto dai Lions domenica 1 dicembre si è aperto alle ore 11 con la Santa Messa celebrata da monsignor Giuseppe Verucchi, vescovo emerito di Ravenna, cui ha partecipato anche il prefetto Maria Patrizia Paba che ha portato i suoi saluti ai presenti. Sono seguiti gli auguri delle autorità cittadine, dei Lions e il pranzo servito dai soci dei club. Al momento conviviale ha partecipato inoltre il Governatore Maria Giovanna Gibertoni con i presidenti di Zona e altre cariche lionistiche del territorio, i presidenti dei Clubs Lions e Leo di Modena e nutrita è stata la presenza di soci Lions e Leo che si sono occupati anche di prestare il servizio a tavola. Dalle 14 si è tenuto un momento di intrattenimento musicale con Simone Guaitoli e il Coro di San Lazzaro; mentre Massimo Malagoli ha cantato durante la celebrazione liturgica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Patente a punti. Come fare controllo e verifica del saldo

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Meteo | Nevicate fino a quote basse, in arrivo la nuova perturbazione

  • Trova un portafogli al Novi Sad e lo restituisce, ricompensata con una cesta natalizia

  • Svaligiato un agriturismo a Nonantola, le attrezzatture ritrovate in vendita in un negozio di Castelnuovo

  • Furto in casa a Vignola, setacciati i "compro oro" e denunciata una ragazza

Torna su
ModenaToday è in caricamento