Vignola premia le migliori ciliegie d'Italia, ecco i vincitori

Si è  svolta a Vignola la 15^ Festa Nazionale “Città delle Ciliegie” che ha visto la partecipazione di decine di produttori dell’oro rosso dell’Emilia oltre ad una sostanziosa presenza di aziende agricole provenienti dai territori appartenenti al circuito dell’Associazione Nazionale “Città delle Ciliegie” che hanno portato nel modenese la loro migliore produzione di ciliegie, confetture, liquori, pasticceria, prodotti da forno, salumi, formaggi, vino, pasta, olio.

Si è tenuta inoltre la XXII edizione del Concorso Nazionale “Ciliegie d’Italia” Premio Claudio Locchi, competizione che mette a confronto le più importanti aziende cerasicole del Paese; le migliori varietà di ciliegie della tradizione italiana insieme alle innovazioni create dalla ricerca scientifica; i territori che fanno dell’Italia il primo produttore europeo delle ciliegie di qualità. La centralità della data di svolgimento della manifestazione, nel pieno del periodo di raccolta, ha consentito il confronto di ben 13 varietà provenienti da 14 Comuni d’Italia: il meglio della nostra produzione.

La giuria di esperti assaggiatori, come di consueto, è stata presieduta da Pietro Cernigliaro, presidente dell’Associazione Nazionale Direttori di Mercati all’Ingrosso che magistralmente ha voluto verificare di persona i campioni, la loro provenienza, calibri di grandezza, salubrità del prodotto; coadiuvato da Giuliano Granata del Mercato Ittico di Giulianova; Giulia Macrì V. Direttore del tabloid Alice; Mauro Ottaviano del Centro Agroalimentare di Roma; Alessandra Piloni Responsabile della Comunicazione Consumers’ Forum; Marco Sibani già direttore del Mercato Agroalimentare di Bologna.

Come di consueto il Direttore di “Città delle Ciliegie” Carlo Conticchio ha coordinato la gestione e conservazione dei campioni in concorso provenienti da 14 territori tipici di produzione rappresentanti 7 regioni d’Italia mentre la location municipale è stata assicurata dall’Assessore all’agricoltura ed attività produttive Dr. Massimo Venturi che personalmente ha presenziato affinchè la giuria potesse svolgere al meglio l’attività valutativa. 

La “Più Bella Ciliegia d’Italia 2019” proviene dal Comune di Castegnero (VI) varietà “Carmen” dell’Azienda Agricola A.Maria Berno. La “Più Buona Ciliegia d’Italia 2019” è la “Sweet Lorenz” raccolta a Savignano sul Panaro (MO) dai produttori Nino e Marisa Quartieri. Il “Premio Speciale ANDMI” è stato conferito alla Ciliegia varietà “Samba” del produttore Nicola Centra di Maenza (LT). La “Migliore Ciliegia d’Italia 2019” è la “Frisco” prodotta dall’Azienda Agricola Roberto Redorici di Vignola (MO).

Il presidente dell’Associazione Nazionale “Città delle Ciliegie” Ferdinando Albano ha voluto complimentarsi con i vincitori del premio nazionale riconoscendo loro il merito di preservare il primato europeo della ciliegicoltura nel nostro Paese; il Sindaco di Vignola Simone Pelloni ha sottolineato con orgoglio l’importanza della manifestazione che è stata fortemente voluta e ben organizzata dalle associazioni culturali locali molte delle quali si sono esibite nel corso della Festa; il Presidente dell’Associazione Nazionale Direttori di Mercati all’Ingrosso Pietro Cernigliaro ha confermato, in occasione dell’Assemblea dei Soci “Città delle Ciliegie”, il preferenziale rapporto di collaborazione più che decennale tra le due organizzazioni del settore ortofrutticolo che porterà ad ulteriori ed innovative iniziative a sostegno dei territori tipici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Patente a punti. Come fare controllo e verifica del saldo

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Meteo | Nevicate fino a quote basse, in arrivo la nuova perturbazione

  • Trova un portafogli al Novi Sad e lo restituisce, ricompensata con una cesta natalizia

  • Svaligiato un agriturismo a Nonantola, le attrezzatture ritrovate in vendita in un negozio di Castelnuovo

  • Furto in casa a Vignola, setacciati i "compro oro" e denunciata una ragazza

Torna su
ModenaToday è in caricamento