A Spilamberto un presepe "balsamico" sul tetto del Museo

Da qualche giorno chi si trova a passare lungo via Roncati a Spilamberto rimane a bocca aperta con il naso all'insù. Sul tetto del Museo del Balsamico Tradizionale e della sede della Consorteria, infatti, è stato allestito un presepe molto particolare: i protagonisti sono volti ben noti in paese e nel mondo del Balsamico che offrono al bambinello doni "a tema".

I Re Magi sono il Gran Maestro della Consorteria Maurizio Fini (in rosso), che porta in dono una bottiglia di Extravecchio DOP, seguito dal Sindaco di Spilamberto Umberto Costantini (in nero e oro) con in mano una confezione di Balsamico e il consigliere della Consorteria Giordano Foroni (in azzurro) che porta una goccia di Balsamico, riproduzione del monumento collocato nella rotatoria tra la SP 16 e la SP 623 alle porte della città. I tre Magi sono preceduti da pastori altrettanto particolari, che hanno sulle spalle non le classiche pecorelle ma botticelle di balsamico; sono Dino Stefani, consigliere della Consorteria e responsabile dell'Acetaia, Dino Migliori, uno dei volontari maggiormente attivi, e Vittorio Vezzelli altro consigliere della Consorteria.

Questa idea originale è un omaggio natalizio della Consorteria sia alla storia del presepe che a quella del Balsamico, entrambi con radici profondamente radicate nella tradizione.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • IQOS e sigarette elettroniche, presentato a Modena il primo studio sulla salute umana

  • Ritrovato il 16enne scomparso da Finale Emilia, sta bene

  • Mirandola, in manette il datore di lavoro del 39enne violentato: "Vittima totalmente succube"

  • Morto a soli 37 anni Giuseppe Loschi, medico del Modena Fc

  • Muore sulla panchina del parco delle Rimembranze, inutili i soccorsi

  • Benefici delle piante grasse: 5 motivi per cui averle favorisce la salute

Torna su
ModenaToday è in caricamento