Tante scuole medie e diversi modelli. A Modena 8 studenti su 10 salteranno il sabato

Insieme all’assessore Cavazza, i dirigenti dei Comprensivi hanno presentato metodologie e tempi della didattica delle scuole medie per il prossimo anno scolastico

L’anno scolastico 2019/2020 sarà per i dieci Istituti comprensivi di Modena all’insegna delle novità con un’importante organizzazione delle metodologie didattiche e del tempo scuola alle secondarie di primo grado. “Al centro per tutti - afferma l’assessore alla Scuola del Comune di Modena Gianpietro Cavazza - resta la crescita e il benessere dello studente, la realizzazione di un ambiente favorevole all’apprendimento con l’obiettivo di riconnettere i saperi della scuola e i saperi della società per una comunità educante in grado di raccogliere le sfide che vengono dalla società complessa e di tradurle in opportunità formative concrete”.

Questo il presupposto con cui i dirigenti scolastici dei dieci Istituti comprensivi hanno lavorato assieme all’assessorato e alla dirigente dell’Ufficio VIII Ambito territoriale di Modena Silvia Menabue, avviando una riflessione sulle modalità dell’insegnamento e dell’apprendimento nella secondaria di primo grado, “un dialogo aperto – sottolinea Cavazza - da cui si è sviluppato un processo condiviso”. Si è arrivati infine alla definizione di una proposta complessiva da parte dell’intero sistema scolastico cittadino, illustrata in conferenza stampa dai dirigenti scolatici degli Istituti comprensivi mercoledì 12 dicembre, in previsione dell'apertura delle iscrizioni scolastiche, fissate dal Miur dal 7 al 31 gennaio 2019.

Erano presenti Concetta Ponticelli (Comprensivo 1), Maria Teresa Collaro (Comprensivi 2 e 10), Daniele Barca (Comprensivo 3), Christine Cavallari (Comprensivo 4), Maria Tedeschi (Comprensivo 5), Vita Venusia (Comprensivo 6), Davide Chiappelli (Comprensivo 7), Luigi Vaccari (Comprensivo 8), Silvia Zetti (Comprensivo 9), l’assessore Cavazza e la dirigente Menabue. Ogni Comprensivo, nella propria autonomia scolastica, ha compiuto scelte consapevoli, nel rispetto degli impianti ordinamentali, valutando, senza preclusione i diversi tipi di organizzazione didattica.

Tutti i modelli orari, a cinque o a sei giorni settimanali, promuovono una didattica laboratoriale ed interattiva allo scopo di individuare, supportare, diffondere, pratiche e modelli educativi adeguati a una società della conoscenza e dell’informazione in continuo divenire. Per le scuole si tratta di sfruttare anche le opportunità offerte dalle nuove tecnologie e linguaggi digitali per supportare nuovi modi di insegnare, apprendere e valutare e ripensare i rapporti con il territorio.

Il risultato è, da una parte, un’offerta differenziata nei vari Comprensivi con una rimodulazione dei tempi che comunque non sottrae il sabato al tempo scuola curricolare e extracurricolare. Dall’altra parte, viene garantita un’offerta consistente e varia di attività laboratoriali extracurricolari (quindi non obbligatorie, modulate sui bisogni e le vocazioni, fortemente legate al territorio) con un allineamento del sistema scolastico modenese ai modelli europei, affinché gli studenti siano in grado di esercitare solide competenze di cittadinanza, pensiero critico e senso di responsabilità verso un proprio progetto di vita. In particolare, alcune scuole manterranno le attività curricolari organizzate su sei giorni. Alle Carducci  (Comprensivo 5) e alle Marconi (Comprensivo 10) tali attività si svolgeranno dalle 8 alle 13 dal lunedì al sabato, affiancate da un’importante proposta di laboratori extracurricolari al pomeriggio.

Alle Paoli (Comprensivo 8) le attività curricolari sono distribuite su cinque giorni (dal lunedì al venerdì) e cinque sabati all’anno, i laboratori extracurricolari si svolgeranno al pomeriggio ed è prevista l’attivazione di una sezione sperimentale SeT, Scuola e Territorio in collaborazione con Confindustria. Alle Ferraris (Comprensivo 4) le attività curricolari si svolgono su cinque giorni più undici sabati nell'anno scolastico, con progetti extracurricolari praticamente tutti i pomeriggi. Alle Mattarella (Comprensivo 3) le lezioni si svolgeranno su cinque mattinate e due rientri pomeridiani (in altri pomeriggi e il sabato mattina sono previste attività extracurricolari). Alle Calvino (Comprensivo 2) le lezioni saranno organizzate su 5 giorni, prevedendo recuperi pomeridiani e al sabato. Infine, le attività curriculari saranno organizzate su cinque giorni, indicativamente dalle ore 8 alle 14, alle Cavour (Comprensivo 1), alle Lanfranco (Comprensivo 6), alle Guidotti (Comprensivo 7), alle San Carlo (Comprensivo 9) e i laboratori extracurricolari si concentreranno soprattutto in tre pomeriggi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Patente a punti. Come fare controllo e verifica del saldo

  • Meteo | Nevicate fino a quote basse, in arrivo la nuova perturbazione

  • Trova un portafogli al Novi Sad e lo restituisce, ricompensata con una cesta natalizia

  • Svaligiato un agriturismo a Nonantola, le attrezzatture ritrovate in vendita in un negozio di Castelnuovo

  • Furto in casa a Vignola, setacciati i "compro oro" e denunciata una ragazza

  • Meteo | Un venerdì difficile tra pioggia, neve e rischio gelicidio

Torna su
ModenaToday è in caricamento