La nuova società agricola Trevisi premiata  da Legambiente per la sua sostenibilità ambientale

La storia dell’azienda agricola di Novi di Modena è stata selezionata e premiata in occasione della presentazione del Rapporto Comuni rinnovabili di Legambiente 

Tra le undici aziende agricole socie CIB – Consorzio Italiano Biogas, premiate a Roma da Legambiente in occasione della presentazione annuale del rapporto Comuni Rinnovabili, c’è la Nuova Società Agricola Trevisi. La storia di questa azienda agricola del modenese è stata inserita tra le “100 storie dal Territorio” e premiata come caso eccellente di produttività e sostenibilità ambientale, coniugando produzione di energia rinnovabile, sviluppo e innovazione nelle produzioni agroalimentari e grandi benefici ambientali, grazie all’applicazione del modello CIB del Biogasfattobene®. La storia della Nuova Società Agricola Trevisi, così come verrà pubblicata tra le buone pratiche di comunirinnovabili.it

L’azienda Agricola, la Nuova Società Agricola Trevisi, è una realtà tipica della Pianura Padana, nel Modenese, dedita all’allevamento di 220 bovine da latte con annessa una superficie per la coltivazione di foraggi di 140 ha di cui 35 di proprietà. Per valorizzare i reflui dell’allevamento si è optato con l’investimento in un impianto biogas della potenza di 250 kW, calcolata esattamente sul fabbisogno dell’azienda. Su tutti i tetti delle stalle sono stati installati pannelli fotovoltaici per una potenza complessiva di da 670 kW. A questi si aggiunge l'impianto di digestione anaerobica, costituito da un unico digestore da 1.980 mc. Il biogas, viene utilizzato per produrre energia attraverso un cogeneratore da 250 kWe, in grado di soddisfare parte dei fabbisogni aziendali. Al fine far diventare l’intero allevamento antibiotic-free, hanno costituito, in collaborazione con un’azienda mangimistica la società Stalla Ideale, intorno alla quale ruotano una decina di tecnici e professionisti e tre università quella di Padova, Piacenza e Parma, con l'obiettivo di prevenire la necessità di somministrare antibiotici attraverso sistemi di monitoraggio precoce sul singolo animale e prove sul latte giornaliere.

Dal Forum Qualenergia, dove è avvenuta la premiazione, Il direttore del CIB Christian Curlisi dichiara: “I soci CIB premiati da Legambiente rappresentano un esempio da seguire in tema di sostenibilità ambientale, poiché promuovo ogni giorno nei campi e negli allevamenti una visione rivoluzionaria di agricoltura carbon negative, capace di produrre energia rinnovabile, di migliorare la resilienza del suolo, anziché impoverirlo, e di sostituire i fertilizzanti chimici con il digestato naturale. Queste storie dimostrano che l’agricoltura avanzata, abbinata alla produzione di Biogasfattobene®, può migliorare la competitività delle aziende, mettendole nelle condizioni di investire in nuove filiere produttive e favorendo produzioni di elevata qualità”.

“Sono 100 le storie, da tutta Italia, premiate oggi da Legambiente – commenta Katiuscia Eroe, Responsabile energia di Legambiente -. In questa speciale edizione di Comuni Rinnovabili abbiamo voluto mettere insieme il quadro di quanto accade di positivo nei nostri territori, raccontando la capacità di innovazione e sviluppo in chiave sostenibile, attraverso interventi che puntano su autoproduzione ed economia circolare verso un modello 100% rinnovabile. Si tratta di realtà provenienti da tutti i settori di sviluppo, agricole, industriali, residenziali, sia pubbliche che private che in questi anni hanno deciso di investire e puntare sulla sostenibilità anche come chiave di rilancio economico”.

Le undici società agricole socie CIB premiate in “100 storie dal territorio” di Comuni Rinnovabili sono:

Alfalfa Energia Srl Società Agricola, (PV)
Società Agricola Arte, (FG)
Soc. Coop. Agricola AgriBioEnergia, (BO)
Azienda Agricola Fratelli Cassese, (TA)
Nuova Società Agricola Trevisi, (MO)
Società Agricola Palazzetto, (CR)
Caseificio Carioni, (CR)
Azienda Agricola Bagnod, (TO)
Azienda Agricola La Castellana, (MI)
Azienda Agricola Salera, (CR)
Tenuta Chirico, (SA)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Indagine sui prezzi nei supermercati: Esselunga e Coop si dividono la spesa online

  • Secchia e Panaro in piena, i ponti restano chiusi. Si contano i danni per gli allagamenti

  • Si cappotta con l'auto lungo la Circondariale, muore un giovane a Fiorano

  • Niente comizio in centro per Salvini. E le "sardine" si spostano in Piazza Grande

  • Il Panaro raggiunge livelli ciritici, chiude via Emilia. La situazione della viabilità

  • L'acqua filtra nelle cisterne, automobilisti in panne al distributore

Torna su
ModenaToday è in caricamento