Capodanno annullato a Carpi, sospeso per 5 mesi il dirigente comunale

Diego Tartari, già "a riposo" da un mese, è stato punito come da contratto per le irregolarità amministrative relative agli affidamenti dello spettacolo di San Silvetro in piazza Martiri

L’amministrazione comunale di Carpi ha concluso il procedimento disciplinare avviato nei confronti dell’architetto Diego Tartari, Dirigente del settore Cultura (A7). Il dipendente era infatti finito sotto accusa per le irregolarità amministrative relative alla procedura di affidamento del servizio di proposta e organizzazione della manifestazione programmata per il 31 dicembre 2018, vale a dire lo spettacolo di Capodanno che avrebbe dovuto animare la centrale Piazza Martiri. Come noto, il brindisì di San Silvestro non è mai avvenuto, in quanto l'evento su soppresso a poche ore dalll'inizio. 

Il procedimento disciplinare ha decretato nei confronti di Tartari laa sanzione disciplinare della sospensione dal servizio per 5 mesi, con privazione della retribuzione, secondo le previsioni del Contratto collettivo nazionale dei dirigenti degli enti locali. La sanzione avrà validità a partire da domani, 28 febbraio. Tartari era stato già sospeso per un mese dal servizio in via cautelare.

Ricordiamo che il fulcro della vicenda ruota intorno al mancato rispetto di una clausola prevista nel bando, che fu affidato alla società Arpalice nonostatne questa non avesse i requisiti richiesti.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In balia della corrente sul materassino, due ragazzi modenesi salvati in Salento

  • Turista multato per l'accesso in Ztl, arriva alla Municipale un assegno dalle Hawaii

  • Salta la cassa con una tv sotto braccio, stroncata sul nascere l'impresa impossibile di un 31enne

  • Esce di strada con l'auto, morto un 59enne a Manzolino

  • L'ex compagno di classe saluta la sua ragazza, lui lo colpisce con una testata

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

Torna su
ModenaToday è in caricamento