Poste Italiane, entrano in servizio a Modena cinque tricicli elettrici

Più sicurezza negli spostamenti e maggiore capacità di carico, ma anche più attenzione all'ambiente. Circa 2.800 i km percorsi giornalmente dai portalettere modenesi

Poste Italiane a Modena viaggia anche a energia pulita. Sono infatti entrati in funzione, presso il Centro di Recapito di Viale delle Nazioni, cinque nuovi motocicli elettrici a tre ruote, per rendere ecologica, agevole e sicura la consegna dei pacchi e delle lettere in città. I nuovi motocicli sono alimentati elettricamente al 100%, hanno una potenza di 4 kw, che garantisce una velocità massima in linea con i limiti imposti dal codice della strada nei centri abitati, e sono dotati di un’autonomia energetica tale da permettere ai portalettere di consegnare la corrispondenza giornaliera con una sola ricarica.

La particolare conformazione del veicolo a tre ruote, inoltre, ne aumenta la stabilità e la sicurezza per il conducente e permette l’installazione di uno speciale baule che aumenta la quantità di pacchi e lettere trasportabili: fino a 210 litri, contro i 76 dei motocicli tradizionali. I nuovi motocicli garantiscono di conseguenza una migliore sicurezza sul lavoro grazie alla maggiore stabilità del mezzo a tre ruote e a una maggiore capienza del vano trasportatore, in vista del maggiore afflusso di pacchi da consegnare, in costante aumento grazie allo sviluppo dell’e-commerce.

Come spiega Lorella Brasini, responsabile del recapito per le province di Modena e Bologna: «Il triciclo elettrico oltre a essere più sicuro, passiamo dalle due alle tre ruote, ha una capacità di carico quasi tripla rispetto a un normale motociclo e ci permette di fare consegne in tutta la città, sia di corrispondenza che di pacchi. Guidare gli scooter elettrici è molto più facile rispetto a un motorino a due ruote, perché è molto più stabile nelle curve e poi ci aiuta nel traffico cittadino, soprattutto nel parcheggio. Riguardo poi all’attenzione verso l’ambiente - prosegue Brasini - cioè sul tema della mobilità sostenibile in generale, i nuovi tricicli elettrici del Centro di Distribuzione di Modena sono un’ottima alternativa ai motocicli tradizionali, in quanto a emissioni zero. I nuovi veicoli si sommano a una flotta di quadricicli elettrici già presente presso il nostro Centro, creando una rete ecologica di distribuzione che Poste Italiane intende ampliare sempre di più per limitare i danni ambientali provocati dai mezzi tradizionali».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In regione, oltre ai 5 di Modena, la nuova flotta di veicoli a tre ruote ne conta altri 20 a Bologna. Sono in totale 330 su tutto il territorio nazionale. Con i nuovi tricicli elettrici, inoltre, la mobilità di Poste Italiane diventa ancora più sostenibile, in linea con l’ESG (Environmental Social and Governance), approvato dal Consiglio di Amministrazione ad agosto 2018, il piano d’azione in materia di sostenibilità ambientale e sociale che ha l’obiettivo di garantire la definizione degli indirizzi del Gruppo con ricadute positive per il territorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Contagio. A Modena altri 14 decessi, calano gli interventi delle ambulanze

  • Meteo | Impennata improvvisa delle polveri sottili, vediamo perché

  • Coronavirus. Modena rallenta, ma si aggiungono 10 decessi

  • I numeri nei Comuni: positivi e persone in isolamento in provincia di Modena

  • Contagio. Nuovi positivi in regione, oggi +713. Altri 88 decessi

  • Famiglia senza più soldi, dopo l'annuncio in tv la spesa arriva a casa

Torna su
ModenaToday è in caricamento