Aceto balsamico, a Roberto Cavoli il 53° Palio di San Giovanni

E’ di Marano sul Panaro il miglior produttore di Aceto Balsamico Tradizionale. Premiati anche altri 11 campioni, selezionati dagli esperti tra 1.516 partecipanti

Roberto Cavoli di Marano sul Panaro con il suo Aceto Balsamico Tradizionale, si è aggiudicato il 53° Palio di San Giovanni con ben 320,960 punti. La cerimonia di premiazione si sta svolgendo ora a Spilamberto, sullo sfondo della Rocca Rangoni. Sono stati premiati anche gli altri 11 finalisti: al secondo posto si è classificata Cristina Frabetti di Ravarino con 320, 915 punti, al terzo Romano Mattioli di Formigine con 320,585; seguono Luigi Rella di Modena con 319,125 e Franco Mazzi di Modena con 318,040.
Il primo classificato ha ricevuto prestigiosi premi: il diploma ufficiale della Consorteria, un cucchiaino d’oro per l’assaggio e il “torrione di Spilamberto”, che viene consegnato anche a tutti i semifinalisti: si tratta di un bassorilievo in bronzo che raffigura il torrione di Spilamberto. Dopo una settimana dalla premiazione, poi, arriva il riconoscimento più importante: il Gran Maestro Maurizio Fini si recherà a casa del vincitore per marchiare a fuoco le botti dell’acetaia con il logo della Consorteria.
Ecco la graduatoria ufficiale degli altri sette Aceti Balsamici Tradizionali finalisti:
6° Stefano Artioli di Carpi con 317,625 punti
7° Comunità di Castelfranco Emilia con 317,540 punti
8° Flavio Compagni di Formigine con 317,460 punti
9° Maurizio Fini di Modena con 316,290 punti
10° Renato Ghidoni di Nonantola con 316 punti
11° Aldo Zanetti di Modena con 313,835 punti
12° Stefano Tonioni di Pavullo con 312,790 punti.
Anche quest’anno numeri da record per il Palio: 1.561 i partecipanti, per un totale di oltre 15 mila assaggi complessivi. Da inizio maggio 182 Maestri Assaggiatori, con l’aiuto degli Assaggiatori e degli Allievi, si sono messi al lavoro per valutare tutti i campioni di Aceto Balsamico Tradizionale di produzione familiare consegnati alla Consorteria.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • IQOS e sigarette elettroniche, presentato a Modena il primo studio sulla salute umana

  • Ritrovato il 16enne scomparso da Finale Emilia, sta bene

  • Mirandola, in manette il datore di lavoro del 39enne violentato: "Vittima totalmente succube"

  • Muore sulla panchina del parco delle Rimembranze, inutili i soccorsi

  • Trova online la sua bici subata e dà appuntamento al ricettatore in piazza, insieme ai Carabinieri

  • Investito da un'auto a San Damaso, gravissimo un adolescente

Torna su
ModenaToday è in caricamento