10 alimenti che devono essere conservati fuori dal frigo

Ci sono alimenti che riponiamo in frigo convinti di conservarli al meglio. Ma è davvero così ? Scopri i 10 alimenti che danno il meglio di sé fuori dal frigo

Spesso consideriamo il frigorifero come la soluzione migliore per conservare tantissimi alimenti, ma dovremmo iniziare a pensare che ci sbagliamo. Ci sono cibi, infatti, che mantengono inalterate le proprie qualità nutrizionali solo se conservati in dispensa a temperatura ambiente o addirittura all’aria aperta, piuttosto che in frigo. 
Scopri quindi i 10 alimenti che non dovresti mai conservare in frigo.

Pomodori 

Sicuramente, nel caso dei pomodori, le basse temperature aiutano nella conservazione, ma interrompono anche la loro maturazione, alterandone così sapore e consistenza. Meglio allora mettere i pomodori in un cesto all’aperto, purché si trovino in un posto riparato e pulito. 

Patate 

Di qualunque tipo siano, le patate vanno riposte in una cassetta, in un posto asciutto, buio e lontano dai vapori della cucina, avvolte nella carta così da contrastare l’umidità.

Avocado 

Essendo un frutto tropicale, l’avocado viene coltivato e prodotti in paesi lontani, motivo per il quale viene spesso colto acerbo. Il freddo interrompe la sua maturazione, quindi meglio conservarlo a temperatura ambiente piuttosto che in frigo.

Aglio e cipolla 

Questi alimenti, se conservati in frigo, rischiano di germogliare e di marcire molto rapidamente. In particolare, l’aglio dovrebbe essere sistemato in un cassettino, al riparo dall’umidità, mentre le cipolle possono essere riposte all’aperto o vicino ad una finestra. 

Basilico 

Nonostante sia uso comune, conservare il basilico in frigorifero comporta la perdita del suo aroma. Il modo migliore per conservarne le qualità è coltivarlo in un vasetto o conservarlo in mazzetti, tenendoli in un posto asciutto e riparato. 

Pane 

In estate, il pane si secca in pochissimo tempo, tanto che si può pensare di conservarlo in frigo: così facendo però, diventerà spugnoso per poi seccarsi poco dopo. Meglio allora sistemarlo in una sacca di cotone, che aiuterà a mantenerne fragranza e freschezza.

Uova 

Nonostante in frigorifero vi sia sempre uno spazio apposito dedicato alle uova, sarebbe meglio conservare queste ultime in dispensa, poiché le basse temperature tendono a far perdere loro il sapore originario.

Cioccolato 

Spesso in estate, per evitare che si sciolga, si ripongono barrette e cioccolatini nel frigorifero. Meglio evitare però, perché questi alimenti perdono immediatamente il loro sapore. Possiamo allora conservarli in dispensa lontano da fonti di calore. 

Caffè 

Anche per il caffè vale lo stesso discorso: il suo caratteristico aroma infatti, rischia di disperdersi a causa del freddo. La prima regola per evitare di perdere il suo sapore consiste quindi nel tenerlo al riparo da freddo e fonti di luce.

Mozzarella di bufala

La mozzarella, soprattutto se di bufala, va conservata nella sua confezione e nel suo liquido (siero) di conservazione, che ne garantisce la giusta sapidità, ne esalta il sapore e mantiene la mozzarella idratata. La mozzarella di bufala va assolutamente conservata fuori dal frigo e, una volta estratta dal siero e tagliata, deve essere consumata tutta. Può comunque essere conservata a temperature che vanno da un minimo di 4° ad un massimo di 10°, quindi in estate può essere utile porre la confezione contente mozzarella e siero, ben sigillata, in un recipiente con acqua fresca.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ritrovato il 16enne scomparso da Finale Emilia, sta bene

  • Mirandola, in manette il datore di lavoro del 39enne violentato: "Vittima totalmente succube"

  • Morto a soli 37 anni Giuseppe Loschi, medico del Modena Fc

  • Muore sulla panchina del parco delle Rimembranze, inutili i soccorsi

  • Benefici delle piante grasse: 5 motivi per cui averle favorisce la salute

  • Cadavere accanto all'auto ribaltata nel bosco, sarebbe la barista scomparsa

Torna su
ModenaToday è in caricamento