Picchia la sorella e la costringe a fuggire in strada con il bimbo neonato

Denunciato e sottoposto all’allontanamento immediato dalla casa familiare uno straniero residente a Sassuolo: I maltrattementi nei confronti della sorella erano all'ordine del giorno

Ieri mattina i Carabinieri di Sassuolo sono intervenuti dopo aver ricevuto numerose telefonate da aprte di cittadini che segnalavano una donna che correva in strada, scalza, urlando e piangendo, con un neonato in braccio. I militari del Radiomobile hanno raggiunto il luogo della segnalazione e hanno effettivamente rintracciato la ragazza - una 27enne - che piangeva disperata in strada: una volta rassicurata, la giovane ha riferito di essere stata poco prima schiaffeggiata dal fratello, che abitava con lei. 

La donna ha poi spiegato che, impaurita dall’atteggiamento violento dell’uomo, aveva preso il proprio bambino ed era uscita velocemente da casa, con il fratello che l'aveva inseguita in strada per un certo periodo. I militari lo hanno in effetti rintracciato e hanno capito subito che il 32enne marocchino era palesemente ubriaco, tanto che incurante della presenza dei Carabinieri continuava a minacciare la sorella.

In caserma la 32enne ha denunciato non solo le percosse subite in quest'ultima circostanza, ma ha raccontato che in altre numerose occasioni era stata minacciata e picchiata dal fratello. Visto l’atteggiamento violento e minaccioso dell’uomo, oltre la denuncia in stato di libertà, si è resa indispensabile nei suoi confronti anche l’adozione della misura dell’allontanamento d’urgenza dalla casa familiare, che è stata immediatamente eseguita dall'Arma, previa comunicazione con il magistrato di turno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cinque emiliani contagiati, Bonaccini: "Stiamo valutando chiusura di nidi, scuole, impianti sportivi e musei"

  • Trema la pianura, scossa di terremoto MI 3.4 tra Modena e Reggio

  • Coronavirus. Tutte le scuole in Emilia-Romagna chiuse fino al 1 marzo

  • Due nuovi casi di contagio a Modena, ricoverati due famigliari del paziente carpigiano

  • Coronavirus, cresce il numero dei contagiati. Casi anche a Sassuolo e Maranello

  • Aggiornamento Coronavirus, la situazione in Emilia-Romagna. "Chi ha dubbi chiami il 118"

Torna su
ModenaToday è in caricamento