Finto avvocato arrestato per truffa aggravata ai danni di un'anziana signora

La avevano chiamata dicendo che suo figlio era stato coinvolto in un sinistro stradale. Prima la richiesta di cauzione, poi il furto di preziosi: arrestato uno dei due complici nella truffa ai danni di un'83enne di Pavullo

Una tranquilla mattina d’aprile arriva una telefonata. È un maresciallo, o per lo meno come tale si presenta, e comunica che il figlio è stato trattenuto a seguito di un sinistro stradale ed è necessaria una cauzione di 4.000 euro affinchè possa essere rilasciato. La preoccupazione fa da padrona e, dopo aver accettato di pagare, alcuni giorni dopo arriva un sedicente avvocato a ritirare la somma pattuita, riuscendo ad intascare diversi monili d’oro.

Purtroppo nessuna storia di fantasia, ma un’azione truffaldina architettata ai danni di una 83enne Pavullese da due giovani approfittatori, conclusasi finalmente con l’arresto di uno dei due complici. Grazie alle indagini svolte in questi mesi, i Carabinieri della Compagnia di Pavullo nel Frignano sono riusciti a ricostruire la dinamica della truffa e hanno eseguito a Napoli un’ordinanza cautelare nei confronti del finto avvocato.

G.V., 33enne, è stato arrestato in mattinata con l’accusa di concorso in truffa aggravata. Sono in corso indagini per accertare eventuali altri colpi messi a segno dall'uomo e da altri complici.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In balia della corrente sul materassino, due ragazzi modenesi salvati in Salento

  • Turista multato per l'accesso in Ztl, arriva alla Municipale un assegno dalle Hawaii

  • Salta la cassa con una tv sotto braccio, stroncata sul nascere l'impresa impossibile di un 31enne

  • Esce di strada con l'auto, morto un 59enne a Manzolino

  • L'ex compagno di classe saluta la sua ragazza, lui lo colpisce con una testata

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

Torna su
ModenaToday è in caricamento