In manette il "signore delle truffe", si nascondeva a Formigine

Giorgio Valle, noto da tempo per importanti truffe commesse principalmente in Lombardia, è stato arrestato dai Carabinieri: deve scontare oltre 5 anni di carcere

Giorgio Valle, 69enne originario di Sondrio salito più volte alle cronache nazionali e irrintracciabile oramai da anni, questa volta è finito in manette ad opera dei Carabinieri di Formigine. L’uomo, all’apparenza insospettabile, aveva trovato rifugio nella cittadina del distretto ceramico, ma da qualche tempo pendeva su di lui l’ennesimo mandato di arresto per una pena pari a 5 anni e 6 mesi da scontare in carcere.

Il suo curriculum è davvero sorprendente: abile trasformista, negli anni Valle si è fiunto uomo d’affari, banchiere, e anche giornalista. Ha sfruttato questa capacità per crearsi una “carriera”, cambiando nome e nazionalità in base al progetto di raggiro. Un volume di truffe davvero importante, nonostante i diversi arresti susseguiti nel corso del tempo.

Questa volta è stato fermato mentre probabilmente si apprestava a mettere a segno l’ennesima truffa ai danni di una importante azienda del comprensorio ceramico, azienda che si è insospettita e ha segnalato il caso all'Arma, permettendo così ricerche sul conto dell'uomo di cui si erano perse le tracce,

Si tratta infatti di un truffatore professionista con una serie di brillanti colpi e alias, un truffatore internazionale, abile nel raggiro a tutti i livelli e con un elenco di professioni e capacità da far impallidire la fantasia di chiunque e soprattutto uno che ha reso sempre difficile alle forze dell’ordine il lavoro. I Carabinieri della Stazione di Formigine, dopo accurati accertamenti, sono riusciti ad individuarlo in una zona assolutamente inaspettata, dove si era recentemente trasferito e viveva come un normalissimo cittadino, l’insospettabile vicino della porta accanto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trema la pianura, scossa di terremoto MI 3.4 tra Modena e Reggio

  • Cinque emiliani contagiati, Bonaccini: "Stiamo valutando chiusura di nidi, scuole, impianti sportivi e musei"

  • Aggiornamento Coronavirus, la situazione in Emilia-Romagna. "Chi ha dubbi chiami il 118"

  • Coronavirus. Unimore sospende lezioni ed esami per tutta la settimana

  • La Regione alza l'argine contro il Coronavirus: a Piacenza scuole chiuse. Ma non c'è trasmissione autoctona

  • Ecco perché Benji e Fede si separano

Torna su
ModenaToday è in caricamento