Poliziotto fuori servizio incastra uno spacciatore, in manette un nigeriano

L'agenti ha notato uno scambio sospetto in via Borri, zona San Lazzaro, e ha pedinato il pusher fino all'arrivo dei rinforzi. Sequestrate cocaina ed eroina

Nel pomeriggio di ieri gli agenti della Squadra Mobile hanno tratto in arresto un cittadino nigeriano di anni 34 responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Intorno alle ore 16 un poliziotto fuori servizio, mentre percorreva via Borri, ha notato un tossicodipendente della zona che si aggirava con fare sospetto. Ha ritenuto, pertanto, di posizionarsi in maniera defilata per verificare l’evolversi della situazione.

Dopo alcuni minuti, uno straniero si è avvicinato al tossicodipendente cedendogli dosi di droga in cambio di alcune banconote accartocciate, che ha risposto in una tasca, per poi allontanarsi. Allertati i colleghi della Squadra Mobile, lo spacciatore è stato pedinato fino all'abitazione.  La perquisizione personale e domiciliare ha dato esito positivo: sono stati rinvenuti all’interno di una tasca del giubbotto 49 involucri termosaldati di colore bianco, contenenti cocaina per un peso complessivo di 16,2 grammi.

Occultati all’interno della federa di un cuscino e dentro un armadio sono stati recuperati altri 29 involucri termosaldati e 4 ovuli contenenti eroina per complessivi 55 grammi 54,9, due ovuli di cocaina per un peso di 28,1 grammi, oltre a 100 grammi di sostanza utilizzata per il taglio della cocaina. Il tutto, unitamente a 4 telefoni cellulari e alla somma in contanti pari a 2.000 euro, è stato sottoposto a sequestro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il nigeriano, incensurato e regolare sul territorio italiano, dopo le formalità di rito, è stato associato alla locale Casa Circondariale come disposto dal Magistrato di turno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiude anche la Cornetteria: "Queste regole impediscono di lavorare"

  • Coronavirus, tornano a crescere i casi in regione. "Stiamo testando gli asintomatici"

  • Contagio, due nuovi casi a Carpi e Castelvetro. Deceduta una 54enne

  • Contagio, ancora due positivi nel modenese. Ennesimo decesso in Appennino

  • Cosa fare a Modena e provincia: 10 idee per il weekend

  • Covid-19 e fase acuta: a Modena il primo intervento di riparazione del tessuto polmonare

Torna su
ModenaToday è in caricamento