Spaccio di marijuana a Modena Ovest, in manette due profughi

Servizio congiunto di Polizia di Stato e Polizia Municipale: arrestati sabato scorso due spacciatori nigeriani seguiti e poi bloccati dagli agenti

La Squadra Mobile e la locale Polizia Municipale hanno tratto in arresto due cittadini di nazionalità nigeriana di 22 e 26 anni, responsabili del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Nel pomeriggio di sabato 11 maggio, nel corso di servizi mirati in borghese nella zona tra via del Murazzo e via Emilia Ovest, gli agenti hanno assistito alla cessione di droga tra i due soggetti, i quali hanno poi preso due direzioni diverse.

Il 26enne, seguito a distanza, ha effettuato ulteriori due cessioni per poi salire su un autobus di linea diretto a Carpi, dove è stato fermato dagli operatori. La perquisizione personale ha permesso di scorpire che nelle tasche dei pantaloni lo straniero nascondeva 2,1 grammi di marijuana, confezionata e pronta per lo spaccio e all’interno della biancheria intima un involucro contenente altri 129,5 grammi della stessa sostanza stupefacente.

Nel corso del controllo all’interno dell’appartamento, dove il nigeriano risulta domiciliato, si trovava il 22enne riconosciuto senza ombra di dubbio dagli agenti quale controparte della prima cessione, il quale è stato a sua volta sottoposto a perquisizione. Il giovane nascondeva negli slip numerosi involucri di marijuana per un peso complessivo di 64,2 grammi, oltre alla somma in contanti di 1.665 euro e ad un bilancino di precisione riposto nel suo zaino.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I due stranieri, entrambi in possesso di permesso di soggiorno per asilo politico, gravati da precedenti penali, sono stati trattenuti in stato di arresto presso le camere di sicurezza della Questura, come disposto dal Magistrato di turno, in attesa del processo con rito direttissimo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiude anche la Cornetteria: "Queste regole impediscono di lavorare"

  • Coronavirus, tornano a crescere i casi in regione. "Stiamo testando gli asintomatici"

  • Contagio, due nuovi casi a Carpi e Castelvetro. Deceduta una 54enne

  • Cosa fare a Modena e provincia: 10 idee per il weekend

  • Contagio, ancora due positivi nel modenese. Ennesimo decesso in Appennino

  • Covid-19 e fase acuta: a Modena il primo intervento di riparazione del tessuto polmonare

Torna su
ModenaToday è in caricamento