Mafia, a Modena sequestrati beni per 362 milioni di euro in tutto il 2010

Lo ha detto oggi pomeriggio il Prefetto Benedetto Basile al consiglio provinciale tematico sulla lotta alle mafie. "Confiscati 46 immobili e 24 aziende". In calo le estorsioni

Nel 2010 a Modena sono stati confiscati 46 immobili e 24 aziende che operavano nei settori sensibili come i noli, i trasporti e le estrazioni minerarie, per un valore complessivo di 362 milioni di euro”. Così Benedetto Basile (foto), intervenendo oggi pomeriggio durante il consiglio provinciale straordinario sul tema “L’impegno dei cittadini e delle istituzioni nella lotta alle mafie”.

Basile ha ricordato il calo del fenomeno dell'estorsione:  “Siamo di fronte a un calo dei dati. Dal 2009 al 2010 siamo passati da 50 a 28 casi (secondo i dati del ministero), quindi una diminuzione del 34%. Ma non bisogna illudersi, avverte, perché è un segnale del fatto che l’attività della mafia si sta trasformando”. Sul nodo usura, Basile ha spiegato come "a guardare i numeri, infatti, sembra quasi che il fenomeno non esista - ha detto il Prefetto - Nel 2009 abbiamo ricevuto solo tre denunce, altre tre nel 2010, e neanche una denuncia fino ad ora, per quest’anno”. A influenzare questi dati, ci sarebbe il fattore psicologico: “Ci sono forti implicazioni di natura psicologica, tante persone si vergognano”, ha concluso Basile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Manovre scorrette alla guida, parte la campagna di controlli della Municipale

  • Ecco perché Benji e Fede si separano

  • Aggiornamento Coronavirus, la situazione in Emilia-Romagna. "Chi ha dubbi chiami il 118"

  • Sproloquio 2020 della Famiglia Pavironica, il testo in dialetto

  • Richiesta di concordato preventivo per la Goldoni Arbos, scatta lo sciopero

  • Auto ribaltata in via Fratelli Rosselli, disagi al traffico

Torna su
ModenaToday è in caricamento