Enti e università europee a Concordia per studiare la ricostruzione post-sisma

Nella Bassa ospiti da diversi paesi nell'abito del progetto Bhenefit

Si è tenuto questa mattina a Concordia il meeting sugli strumenti di gestione sostenibile delle aree urbane storiche tenuto dal progetto BhENEFIT nell’ambito del programma europeo INTERREG Central Europe. La ricostruzione di Concordia è stata individuata come “best practice” da studiare, e così una quarantina di persone in rappresentanza di enti e università di Italia, Austria, Croazia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Solvenia e Ungheria si sono ritrovate a Concordia per un momento di approfondimento e studio nella sala conferenze del Municipio e una visita nel centro storico.

L’assessore alla ricostruzione Sauro Secchi e la responsabile dell’area gestione del territorio Elisabetta Dotti hanno illustrato ai partecipanti al meeting l’impatto del sisma sul centro storico e gli edifici pubblici e il percorso che ha guidato la ricostruzione di Concordia. Al termine del lavoro in sala è stato fatto un sopralluogo in centro storico affinchè gli ospiti potessero verificare direttamete quanto raccontato verbalmente. 
Tutta l’attività, sia in sala che all’aperto, è stata videoripresa ed entrerà a far parte di un documentario che sarà pubblicato sul sito ufficiale del progetto europeo BhENEFIT in cui l’esperienza di Concordia rientra nell’ambito delle spazio riservato alle buone pratiche.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza di 22 anni muore dopo il trasporto dall'Ospedale di Sassuolo a Baggiovara, aperta indagine

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Scontro sulla Nazionale per Carpi, morto un automobilista

  • Travolta lungo via Giardini, grave una 52enne soccorsa dall'eliambulanza

  • Scoperto a Modena un deposito di bici rubate, si cercano i proprietari

  • Scontro tra una moto e una bici, due feriti in via Emilia Ovest

Torna su
ModenaToday è in caricamento