Musti saluta, in Procura è il giorno di Paolo Giovagnoli

La dottoressa Lucia Musti lascia il ruolo di procuratore per fare spazio al collega che ha vinto il ricorso contro la nomina di alcuni anni fa

Giornata di grande cambiamento nella Procura di Modena. Il numero uno, la dottoressa Lucia Musti, ha infatti fatto le valige e lasciato il suo ufficio di Corso Canalgrande. Al suo posto, in un grande  ufficio ancora spoglio, si è insediato Paolo Giovagnoli. Giovagnoli è arrivato dopo aver guidato la Procura di Rimini e aver concorso per il posto che poi andò alla Musti, fatto che si è dipanato per molti mesi in un braccio di ferro che ha visto Giovagnoli spuntarla per aver vantato un altro incarico analogo in Riviera, ruolo che Musti non aveva mai ricoperto.

Il neo entrato ha incontrato la stampa locale in un clima cordiale, sottolineando la necessità di dialogo tra le diverse istituzioni e le anime della giustizia modenese. "L'avvocatura è una parte essenziale nel processo di realizzazione e di messa in pratica della giurisdizione. Per questo il dialogo, l'ascolto, il confronto per affrontare e possibilmente risolvere i problemi", ha sottolineato.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ritrovato il 16enne scomparso da Finale Emilia, sta bene

  • Morto a soli 37 anni Giuseppe Loschi, medico del Modena Fc

  • Mirandola, in manette il datore di lavoro del 39enne violentato: "Vittima totalmente succube"

  • Muore sulla panchina del parco delle Rimembranze, inutili i soccorsi

  • Benefici delle piante grasse: 5 motivi per cui averle favorisce la salute

  • Carambola fra quattro auto in via Giardini a Formigine, grave un'anziana

Torna su
ModenaToday è in caricamento