Musti saluta, in Procura è il giorno di Paolo Giovagnoli

La dottoressa Lucia Musti lascia il ruolo di procuratore per fare spazio al collega che ha vinto il ricorso contro la nomina di alcuni anni fa

Giornata di grande cambiamento nella Procura di Modena. Il numero uno, la dottoressa Lucia Musti, ha infatti fatto le valige e lasciato il suo ufficio di Corso Canalgrande. Al suo posto, in un grande  ufficio ancora spoglio, si è insediato Paolo Giovagnoli. Giovagnoli è arrivato dopo aver guidato la Procura di Rimini e aver concorso per il posto che poi andò alla Musti, fatto che si è dipanato per molti mesi in un braccio di ferro che ha visto Giovagnoli spuntarla per aver vantato un altro incarico analogo in Riviera, ruolo che Musti non aveva mai ricoperto.

Il neo entrato ha incontrato la stampa locale in un clima cordiale, sottolineando la necessità di dialogo tra le diverse istituzioni e le anime della giustizia modenese. "L'avvocatura è una parte essenziale nel processo di realizzazione e di messa in pratica della giurisdizione. Per questo il dialogo, l'ascolto, il confronto per affrontare e possibilmente risolvere i problemi", ha sottolineato.

Potrebbe interessarti

  • Le migliori osterie di Modena. Dove gustare la cucina tradizionale

  • Come pulire il box doccia in modo efficace

  • Le migliori piadinerie di Modena

  • Antigravity Pilates: come allenarsi e dove farlo a Modena

I più letti della settimana

  • Grandine e vento si abbattono su Modena, trenta feriti e molti danni

  • Disastro meteo su Modena, parte la conta dei danni. Trenta feriti lievi

  • Cade dal furgone in via Giardini, muore un operaio trentenne

  • Grandine in pianura, vigneti e campi di grano devastati

  • Furti con la tecnica dell'abbraccio, caccia ad una ladra a Carpi e dintorni

  • Viaggia con un'intera camera da letto sul tetto dell’auto, patente ritirata

Torna su
ModenaToday è in caricamento