mercoledì, 03 settembre 17℃

Concordia: lavori per la messa in sicurezza del campanile di Fossa

Le scosse hanno lesionato il campanile in più punti provocando gravi fratture sia in verticale che in orizzontale costringendo ad isolare l'area attorno alla struttura

Redazione 3 agosto 2012
1

Sono partiti il 2 agosto i lavori di messa in sicurezza del campanile di Fossa gravemente danneggiato dai terremoti del 20 e 29 maggio scorso. Lo ha reso noto l'Amministrazione Comunale di Concordia sulla Secchia. Le scosse hanno lesionato il fusto del campanile a più livelli provocando gravi fratture sia in verticale che in orizzontale costringendo a scopo precauzionale ad isolare l’area attorno alla struttura rendendola inaccessibile al traffico. Tuttavia le fessure non hanno messo in crisi la stabilità del campanile e la guglia non ha subito danni, rendendo così possibile evitare l’abbattimento e procedere con la messa in sicurezza dello storico campanile. Il progetto tecnico è stato redatto dalla Curia di Carpi, proprietaria dell’immobile, e i lavori prevedono la cerchiatura del fusto con fasce metalliche che saranno opportunamente legate tra di loro. L’intervento di messa in sicurezza è eseguito dal reggimento genio ferrovieri dell’Esercito di stanza a Castelmaggiore con una previsione di circa 15 giorni di lavoro. Una volta garantita la stabilità del campanile sarà possibile riaprire il traffico in via Martiri della Libertà.

Annuncio promozionale

Concordia sulla Secchia
lavori
terremoti

1 Commenti

Feed
  • Avatar anonimo di angelo

    angelo Vabbe' il campanile di Fossa, ma quello del capoluogo e' finito nel dimenticatoio? Causa sua parecchie famiglie sono fuori casa anche se gli appartamenti sono agibili... E sono già passati 2 mesi e mezzo....

    il 6 agosto del 2012