Carpi, via Maroncelli: truffatori messi in fuga da un'anziana

Un finto tecnico Aimag e il suo complice travestito da agente della Polizia Municipale sono stati scoperti da una signora anziana che è riuscita a sventare il tentativo di truffa e a mettere in fuga i due malviventi

"Buongiorno signora, sono un tecnico Aimag, sto conducendo dei controlli sulla raccolta differenziata per verificare se i cittadini separano i rifiuti". Stamattina, un sedicente operatore della multiutility carpigiana ha intercettato in strada una signora anziana in via Maroncelli e, contando su una parlantina fluente, l'ha accompagnata fino a casa. Qui, grazie all'espediente del controllo della separazione dei rifiuti, ha tentato di entrare in casa della signora che, però, ha iniziato a sospettare qualcosa. Improvvisamente, ha suonato al campanello dell'anziana il complice del "finto" operatore: un uomo travestito da agente della Polizia Municipale era in strada e, nell'intenzione dei malfattori, avrebbe dovuto distrarre la donna per consentire il furto di contanti e oggetti di valore. Ma l'anziana non si è fatta trarre in inganno e ha dato l'allarme lanciando urla a pieni polmoni che hanno atterrito il finto tecnico aimag e il finto agente che non ci hanno pensato due volte a fuggire a gambe levate. La Polizia di Stato sospetta che questi due elementi siano gli autori di una truffa in via Torino, purtroppo portata a segno, avvenuta con la stessa dinamica. Qui, sono stati trafugati pensione e monili in oro.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Salta la cassa con una tv sotto braccio, stroncata sul nascere l'impresa impossibile di un 31enne

  • L'ex compagno di classe saluta la sua ragazza, lui lo colpisce con una testata

  • Cena aziendale degenera, minaccia il collega armato di coltello e forchettone

  • Truffa del CD-rom, incastrato un 45enne dopo sette colpi in città

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Si affrontano in strada per una donna "contesa", feriti e denunciati

Torna su
ModenaToday è in caricamento