Spaccio e liti, dieci giorni di stop per un negozio etnico di via Piave

Decisione del Questore dopo ripetuti controlli e violazioni

foto di repertorio

Il Questore di Modena ha disposto - ai sensi dell'art. 100 T.U.L.P.S - la sospensione dell'attività di un locale di via Piave a Modena. Il provvedimento, notificato nella giornata del 20 agosto dal personale di Polizia al titolare della licenza, è stato adottato a seguito dei ripetuti controlli effettuati dalle Forze dell'Ordine che hanno rilevato in più occasioni la presenza di persone pregiudicate per reati inerenti agli stupefacenti, contro la persona e contro il patrimonio. 

Negli ultimi mesi la situazione di degrado era stata segnalata anche in un esposto presentato dai cittadini residenti nella zona Tempio, che spesso hanno assistito a liti, spaccio all'interno e all'esterno dell'esercizio commerciale, che ha generato un forte senso di insicurezza. 

Il locale di somministrazione di alimenti e bevande dovrà quindi rispettare 10 giorni di chiusura, la prima sanzione di una "scala" che può portare nel tempo anche al ritiro della licenza e alla chiusura definitiva, come avvenuto ad esempio nel vicino viale Crispi non molto tempo fa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Telefonate mute e squilli dalla Tunisia, anche a Modena boom di truffe "ping calls”

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Rubati i dati di 3 milioni di clienti Unicredit, preoccupazione anche Modena

  • Tortellini e gnocco fritto nel cuore della City, "Bottega Modena" sbarca a Londra

  • Madre denuncia la scomparsa del figlio, rintracciato in carcere a Oslo

  • "Buonasera, io sarei ricercato", ladro ventenne si presenta in caserma con la madre

Torna su
ModenaToday è in caricamento