Insegnanti contro la “Buona scuola”, uno sciopero della fame “a staffetta”

Un gesto simbolico di protesta ideato dai sindacati della scuola, che "passa" da Modena il 17 e 18 giugno. Domani presidio in centro storico

Arriva anche a Modena lo sciopero della fame a staffetta per fermare il Ddl Scuola in discussione al Senato. Dopo Bologna e Ferrara, il testimone della staffetta di insegnanti, Ata, genitori e studenti in sciopero della fame, farà tappa a Modena sotto il Portico del Collegio a partire dalle ore 16 di oggi pomeriggio mercoledì 17 giugno (in concomitanza con “Facciamo l’esame al Ddl Scuola insieme ai Senatori” l’assemblea unitaria al Pantheon a Roma) e proseguirà per tutta la giornata di giovedì 18 giugno. 

Giovedì 18 giugno alle ore 11 ci sarà il passaggio di consegna tra Ferrara e Modena del libro rosso, testimone simbolico che raccoglie il dissenso, ma anche le proposte e le speranze a difesa di una scuola pubblica, laica, democratica ed inclusiva. 

In queste due giornate, oltre allo sciopero della fame dei promotori della staffetta, si darà vita ad un presidio di sensibilizzazione con distribuzione di volantini sulle ragioni che da ormai due mesi vedono impegnate tutte le componenti della scuola contro la riforma del Governo Renzi. 

Giovedì pomeriggio 18 giugno alle ore 18 sarà presente al presidio anche il segretario generale nazionale del sindacato Flc/Cgil Mimmo Pantaleo per concludere la due giorni di mobilitazione. Lo sciopero della fame a staffetta è sostenuto dai sindacati Flc/Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, Snals e Gilda e dalla Rete degli Studenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L’Italia ha la sua Miss Curvyssima 2019, incoronata a Vignola Deborah Spada

  • Meteo | Nevicate fino a quote basse, in arrivo la nuova perturbazione

  • Trova un portafogli al Novi Sad e lo restituisce, ricompensata con una cesta natalizia

  • Svaligiato un agriturismo a Nonantola, le attrezzatture ritrovate in vendita in un negozio di Castelnuovo

  • Meteo | Un venerdì difficile tra pioggia, neve e rischio gelicidio

  • La Polizia gli sequestra l'auto, lui entra di notte nel deposito e la riprende. Denunciato

Torna su
ModenaToday è in caricamento