Sicurezza: calano i reati, ma Modena resta al 19esimo posto in Italia

Nel 2012 sono scesi quasi dell'8% i crimini commessi sul nostro territorio provinciale, ma la classifica del Sole 24 Ore non ci sorride. Preoccupante aumento di truffe ed estorsioni, mentre calano i furti

Le pagine del nostro sito, così come quelle dei quotidiani, si riempiono ogni giorno di fatti di cronaca nera: ma quale è la reale situazione dei reati nella nostra città? Come ogni anno ci viene in aiuto la classifica redatta dal Sole 24 Ore, che ha deciso di monitorare i principali reati compiuti nel nostro paese, fornendoci un quadro statistico chiaro.

Scorrendo la graduatoria del quotidiano economico per l'anno 2012 (come sempre occorrono 6 mesi per elaborare i dati dell'anno precedente), scopriamo perciò che Modena occupa il 19esimo posto, facendo registrare 5.089 reati ogni 100mila abitanti, per un valore complessivo di 34.976. Pur rimanendo nella parte alta della classifica, indice di insicurezza elevata, la nostra provincia ha visto un miglioramento nell'ultimo anno, dal momento che i reati sono calati del 7,94%.

I dati ovviamente si riferiscono soltanto a reati specifici, i più gravi. Analizzando le singole voci ci accorgiamo che l'andamento non è poi così roseo come il totale potrebbe far presagire. In calo gli omicidi volontari (-14,29%), il totale dei furti (-9,87%), i cosiddetti “furti con destrezza” (-11,55%) e i furti di automobili, che sono stati 74 su tutto il territorio provinciale (-14,57%). Ma in compenso si registrano numeri in forte crescita per altre forme di reato, tra le quali spiccano le estorsioni, che sono salite a 48 nel corso del 2012, aumentando di oltre il 45%. Crescono anche i furti in appartamento (+14,37%), gli scippi (+28,18%), le rapine (+8%) e in gran numero anche le truffe e frodi informatiche (+24,59%), che sono state 1.201, ossia 175 ogni 100mila abitanti della nostra provincia.

Modena occupa il quarto posto tra le province emiliano-romagnole, dove il tasso di criminalità resta tra i più alti del Paese. Rimini e Bologna occupano addirittura il secondo e terzo posto, superate solo da Milano, che si conferma la città con più reati. Anche Ravenna e Parma superano Modena, rispettivamente con l'ottavo e il 14esimo posto. Meglio di tutte in regione è Piacenza, che occupa la 43esima piazza.

La classifica del Sole 24 Ore fornisce dati interessanti, ma da sola non riesce a tracciare un bilancio della sicurezza complessiva. I reati sono infatti un indice importante per determinare quanto una città sia vivibile o meno, ma a questi andrebbero sommati anche gli atti vandalici, gli episodi di degrado e quegli eventi di minore rilievo statistico che però determinano una percezione forse addirittura maggiore nei cittadini. É però evidente che il 19esimo posto di Modena, nonostante il calo percentuale, è tutt'altro che lusinghiero e impone riflessioni profonde sul tasso di criminalità che ogni giorno, non solo da cronisti, ci troviamo ad affrontare.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In balia della corrente sul materassino, due ragazzi modenesi salvati in Salento

  • Turista multato per l'accesso in Ztl, arriva alla Municipale un assegno dalle Hawaii

  • Lieve scossa di terremoto sull'Appennino modenese

  • Esce di strada con l'auto, morto un 59enne a Manzolino

  • Salta la cassa con una tv sotto braccio, stroncata sul nascere l'impresa impossibile di un 31enne

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

Torna su
ModenaToday è in caricamento