Sicurezza Modena, contributi per sistemi anti-rapina e protezioni

Per piccole imprese commerciali e non solo, domande fino al 28 aprile alla Camera di Commercio che gestisce il fondo cofinanziato dal Comune di Modena e altri 29 Comuni

Ladro in azione

C’è tempo fino al 28 aprile, per piccole imprese del commercio e non solo, per richiedere contributi a fondo perduto con il bando del “Fondo Sicurezza” per l’installazione di sistemi di videoallarme antirapina collegati in video a Questura e Carabinieri; videosorveglianza a circuito chiuso, sistemi antintrusione con allarme acustico e nebbiogeni; terminali multifunzione per tabaccai e sistemi passivi quali: casseforti, blindature, antitaccheggio, inferriate e vetri antisfondamento. Il Fondo Sicurezza è cofinanziato da Camera di Commercio, Comune di Modena e altri 29 comuni del territorio. Informazioni dettagliate e tutta la modulistica per fare domanda sono sul sito della Camera di Commercio.

Il fondo è rivolto alle piccole imprese con meno di 50 addetti con attività economiche aperte al pubblico, in posto fisso, con consistente flusso di valori e moneta, appartenenti per lo più ai settori commercio, produzione artigianale, agroalimentare e produzione agricola con vendita diretta al pubblico. L’entità del contributo varia a seconda della tipologia di impianto e a seconda che l’impresa abbia sede o meno in uno dei Comuni aderenti. Il contributo massimo copre il 50 per cento delle spese fino a 2.500 euro per i sistemi di videoallarme antirapina collegati in video a Questura e Carabinieri. Sono ammissibili al contributo del Fondo Sicurezza le spese di acquisto e di installazione, al netto dell'Iva. L'intervento è retroattivo per spese sostenute a partire dal 28 settembre 2013.

Le domande si possono presentare fino al 28 aprile esclusivamente in modalità telematica, con firma digitale del legale rappresentante dell'impresa. L'invio telematico dovrà avvenire mediante la piattaforma Web Telemaco - Servizi e-gov - Contributi alle imprese. L'iscrizione a Telemaco sarà operativa dopo 48 ore dalla registrazione. Per l'acquisizione della firma digitale, si può fissare un appuntamento (tel. 059 208230) o recarsi senza appuntamento all’ufficio competente della Camera di Commercio di Modena, via Ganaceto 140, dal lunedì al venerdì dalle 11 alle 12. La domanda dovrà essere composta dal modello base della pratica telematica; dal modulo di domanda pubblicato tra gli allegati; dai preventivi di spesa o le fatture già emesse, purché non antecedenti il 28 settembre 2013. La valutazione delle domande spetta ad una commissione costituita dai rappresentati degli enti promotori e della Prefettura. La Camera di Commercio gestisce il Fondo per conto degli altri enti promotori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pota gli alberi accanto alla linea elettrica fingendosi un addetto Hera e intasca 1.300 euro

  • Droga letale, un altro ragazzo muore per overdose in zona Sacca

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Chirurgia protesica del ginocchio, importante premio per il sassolese Francesco Fiacchi

  • Un giro di spaccio dietro la "copertura" di un autolavaggio. Sequestrato anche un mitra da guerra

  • Locale sovraffollato, denunciati i gestori e sequestrato l'Oltrecafè

Torna su
ModenaToday è in caricamento