Al lavoro (in nero) nonostante il Reddito di Cittadinanza, otto attività sospese

Una serie di controlli dell'Ispettorato del Lavoro a margine delle manifestazioni culturali di settembre ha permesso di scoprire ben 25 lavoratori irregolari

La ripresa della stagione fieristica modenese e i grandi eventi culturali cittadini nel mese di settembre hanno visto impegnati anche il personale dell'Ispettorato del Lavoro, che - come accaduto già in passato - hanno svolto una serie di verifiche per er contrastare il fenomeno del lavoro irregolare e sommerso. Verifiche straordinarie che sino state svolte anche in orari serali e nelle giornate prefestivee e festive.

In particolare, nell’ambito di tali iniziative attuate su tutto il territorio provinciale, sono state verificate le posizioni di 43 datori di lavoro; al momento di questi almeno 18 sono risultati non in regola con la normativa sul lavoro e la legislazione sociale. Già a fronte delle prime verifiche svolte, difatti, è stata accertata la presenza di 25 lavoratori irregolari di cui ben 21 completamente “in nero”, quindi assolutamente privi di tutele previdenziali, assicurative e di presidi per la sicurezza.

Fra i lavoratori irregolari è stata accertata anche la presenza di due lavoratori che percepivano il reddito di cittadinanza, a carico dei quali è stato immediatamente attivato l’iter per la revoca  del sussidio. Un malcostume del quale si temeva la diffusione con l'introduzione del sussidio e che puntualmente si sta verificando.

Per indurre la regolarizzazione delle violazioni accertate, L'Ispettorato ha adottato ben 8 provvedimenti cautelari di sospensione dell’attività imprenditoriale a carico di altrettanti datori di lavoro.

Da una prima sommaria quantificazione emergono non meno di 50 mila euro di sanzioni che verranno contestate ai trasgressori e recuperi per contributi evasi che superano abbondantemente gli 80 mila euro.

Gli accertamenti proseguiranno nei prossimi giorni per verificare la presenza di ulteriori irregolarità e si concluderanno con l’applicazione delle previste sanzioni amministrative e penali a carico dei trasgressori e con l’eventuale recupero di ulteriori contributi previdenziali
ed assicurativi omessi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Indagine sui prezzi nei supermercati: Esselunga e Coop si dividono la spesa online

  • Secchia e Panaro in piena, i ponti restano chiusi. Si contano i danni per gli allagamenti

  • Si cappotta con l'auto lungo la Circondariale, muore un giovane a Fiorano

  • Niente comizio in centro per Salvini. E le "sardine" si spostano in Piazza Grande

  • Il Panaro raggiunge livelli ciritici, chiude via Emilia. La situazione della viabilità

  • Salvini arriva a Modena, Anche sotto la Ghirlandina scatta la mobilitazione delle "sardine"

Torna su
ModenaToday è in caricamento