menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Rissa al Braglia, in arrivo sei Daspo per i tifosi canarini

In occasione di Modena-Novara del 27 dicembre scorso alcune persone avevano dato vita ad una rissa sulle gradinate dello stadio. Denunciati sei tifosi del gruppo "Fuori dal Giro"

A seguito dell’attività investigativa svolta dal personale della Digos di Modena - con il reparto specializzato nel monitoraggio delle tifoserie sportive - sono stati denunciati in stato di libertà sei tifosi del Modena F.C., tutti residenti in provincia, alcuni dei quali appartenenti al gruppo ultras denominato “Fuori dal Giro”.

Il motivo della denuncia risale allo scorso 27 dicembre, quando al Braglia si svolse la partita Modena-Novara. I tifosi denunciati avevano dato vita ad una rissa avvenuta ad inizio gara nel settore “Distinti Laterali”, insieme ad altri tifosi locali non appartenenti ad alcun gruppo organizzato. La lite violenta sarebbe scaturita per futili motivi.

Nei confronti di tutti e sei i soggetti, infine, è stata avviata la procedura amministrativa del Daspo, il divieto di assistere alle manifestazioni sportive.

Potrebbe interessarti

Commenti

    Più letti della settimana

    • Cronaca

      Donna brutalmente aggredita in strada, la Polizia ferma l'assalitore

    • Dalla Rete

      L'ironia rap di Nek, "Sassuolo come Palm Springs"

    • Eventi

      Modena, il Parco Amendola ospita "Città Olistica" 2016

    • Cronaca

      Scuola costruita con cemento depotenziato, scoppia una nuova inchiesta sul sisma

    Torna su