Rissa al Braglia, in arrivo sei Daspo per i tifosi canarini

In occasione di Modena-Novara del 27 dicembre scorso alcune persone avevano dato vita ad una rissa sulle gradinate dello stadio. Denunciati sei tifosi del gruppo "Fuori dal Giro"

A seguito dell’attività investigativa svolta dal personale della Digos di Modena - con il reparto specializzato nel monitoraggio delle tifoserie sportive - sono stati denunciati in stato di libertà sei tifosi del Modena F.C., tutti residenti in provincia, alcuni dei quali appartenenti al gruppo ultras denominato “Fuori dal Giro”.

Il motivo della denuncia risale allo scorso 27 dicembre, quando al Braglia si svolse la partita Modena-Novara. I tifosi denunciati avevano dato vita ad una rissa avvenuta ad inizio gara nel settore “Distinti Laterali”, insieme ad altri tifosi locali non appartenenti ad alcun gruppo organizzato. La lite violenta sarebbe scaturita per futili motivi.

Nei confronti di tutti e sei i soggetti, infine, è stata avviata la procedura amministrativa del Daspo, il divieto di assistere alle manifestazioni sportive.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Fuma già un 15enne su tre. “Scommetti che smetti?” entra nelle scuole

    • Cronaca

      Madonnina, il Questore ordina la chiusura del bar Bunker

    • Cronaca

      Cavallo dopato all'ippodromo di Modena, i Nas denunciano l'allenatore

    • Cronaca

      Congedo e due anni di carcere per Max Wrist, il folle motociclista dell'esercito Usa

    I più letti della settimana

    • Suicidio sulla linea Modena-Verona. Traffico ferroviario bloccato

    • Allarme all'asilo nido, 22 bambini ricoverati per un farmaco sospetto

    • Congedo e due anni di carcere per Max Wrist, il folle motociclista dell'esercito Usa

    • Incidente mortale in A1, camionista muore dopo lo schianto

    • “Advanced Automotive Engineering”, Unimore guida la super-laurea motoristica

    • Via Giardini, scoperto cadavere carbonizzato in uno stabile abbandonato

    Torna su
    ModenaToday è in caricamento