Polizia, crescono controlli e arresti. Ma tre criminali su quattro sono già liberi

Numeri davvero significativi per la Polizia di Stato in questi primi due mesi dell'anno, con le Volanti che hanno realizzato ben 755 servizi arrestando 38 persone e denunciandone 148. Ma le maglie larghe della giustizia non aiutano il contrasto alla criminalità

Più di un arresto ogni due giorni. La media parla chiaro e descrive abbastanza bene la situazione della microcriminalità modenese, che vede le Volanti della Polizia di Stato come principale argine. Sono proprio i dati dell'attività della Squadra Volante a fornire uno spaccato della sicurezza cittadina in questi primi due mesi del 2017, che hanno visto un impegno crescente da parte delle forze dell'ordine.

Basti pensare che in questi 60 giorni sono stati schierati per le strade cittadine 775 equipaggi (si considerano i vari turni quotidiani e i servizi straordinari) tra Volanti e Reparto Prevenzione Crimine, oltre alle Unità Operative Primo Intervento. Questo presidio costante ha portato all'arresto di 38 persone in flagranza di reato: si tratta quasi esclusivamente di episodi di reati contro il patrimonio e di spaccio di droga. Di queste 38 persone, ben 31 sono di origine straniera. A completare questo numero vi sono poi le 148 denunce in stato di libertà per reati che non prevedono l'arresto.

Un dato però fa riflettere. Sui 38 arrestati, solo 10 si trovano attualmente in carcere, tre sono agli arresti domiciliari, mentre i restanti sono liberi o con misure cautelari minori, come l'obbligo di firma. Un'ulteriore riprova di come la legge preveda un sistema di pene che non può essere certamente definito ferreo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Questore di Modena Paolo Fassari rileva che gran parte degli arresti scaturiscono da segnalazioni ed interventi dei cittadini, un chiaro sintomo del tutto positivo di un rinnovato impegno nel riappropriarsi del territorio, allontanando chi lo insidia, in un "clima di fiducia tra cittadini e istituzioni". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 4 luoghi in Appennino Modenese che non puoi non vedere

  • Venerdì sera, ritorna la movida. Multati sei locali del centro storico

  • Via Emilia, giovane accoltellato in pieno centro storico

  • Tragedia accanto allo scalo merci, muore schiacciato dalla propria auto

  • Contagio. In provincia 11 casi, di cui 6 asintomatici del focolaio di Carpi

  • Perde il controllo della moto, 21enne muore sulla Nuova Estense

Torna su
ModenaToday è in caricamento