Delitto di Vignola, l'assassino di Anna Urbaniak tradito dal telefonino

Prevista oggi l'udienza di convalida dell'arresto del 35enne brasiliano accusato di avere ucciso Teresa Anna Urbaniak, la 48enne di nazionalità polacca il cui cadavere era stato ritrovato lungo il Percorso Sole tra Vignola e Marano

E’ programmata per la giornata odierna, in carcere al Sant’Anna, l’udienza di convalida dell’arresto del 35enne brasiliano accusato di avere ucciso Teresa Anna Urbaniak, la 48enne di nazionalità polacca il cui cadavere era stato ritrovato lungo il Percorso Sole tra Vignola e Marano. Gli inquirenti sono convinti di avere indizi importanti contro di lui. Sembra che l’uomo non sia riuscito a trovare un alibi convincente e soprattutto dovrà chiarire perchè utilizzava il telefono della 48enne quando la donna risultava di fatto già morta. Il brasiliano vive a Vignola già da qualche tempo, ufficialmente senza fissa dimora, ma di fatto era ospite di due connazionali. Ancora da capire l’esatto movente, se si sia trattato di un’aggressione a fini sessuali o di una rapina finita in modo tragico.

 

(Fonte: viaemilianet.it)

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Pagamenti dirottati sui propri conti, fermati due hacker truffatori 

    • Cronaca

      Appartamento a fuoco, paura per un incendio in via Mascagni

    • Cronaca

      Approvato il progetto del collegamento via Nobili-via Saltini

    • Cronaca

      Zona Tempio e Stazione. Arrestato spacciatore 19enne

    I più letti della settimana

    • Schianto in moto, centauro perde la vita sulla via Emilia

    • Processo per droga, Vasco patteggia ed evita condanna a tre mesi

    • Rubano gasolio comunale per venderlo al distributore, vigile e benzinaio in arresto

    • Incidente in A22 danneggia il ponte di Campogalliano. Strada chiusa

    • Piumazzo. Bambina di 3 anni ustionata con l'acqua dei fumenti

    • Curiosità Modenesi | La bomba dentro al duomo che non esplose

    Torna su
    ModenaToday è in caricamento