Identificato come autore di tre furti in paese, denunciato un giovane a Spilamberto

Il 22enne straniero è stato incastrato dalle videocamere di sorveglianza e dalle impronte digitali rinvenute sui luoghi dei colpi

Dopo una serie di indagini i Carabinieri di Spilamberto sono riusciti ad identificare l'autore di una serie di furti che si erano registrati in paese la scorsa estate. In particolare, è stato individuato un 22enne di nazionalità tunisina come l'autore di tre colpi. Il primo era avvenuto il 27 luglio ai danni di Videooltre, il secondo invece aveva riguardato il 20 agosto la sede dell'Associazione Amici del Panaro. Sempre in luglio un colpo era andato a vuoto presso la ditta Genesi Elettronica.

Gli investigatori dell'Arma hanno incrociato i dati delle immagini captate da diverse telecamere di videosorveglianza con i rilievi delle impronte digitali effettuate dai Nas dove il ladro aveva colpito: ciò ha permesso di incastrare senza possibilità di errore il giovane nordafricano, residente a Spilamberto, che è stato denunciato a piede libero.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Vandalismo programmato. Il corteo antifascista imbratta la città

  • Attualità

    Festa della Liberazione in piazza Grande: "Conoscere la storia è il punto di partenza"

  • Cronaca

    In manette per minacce e lesioni ai poliziotti: evade e viene arrestato poche ore dopo

  • Cronaca

    Schianto fatale sulla via Emilia, muore in ospedale un 19enne

I più letti della settimana

  • Truffe. Finto operatore BPER svuota il conto corrente di un cliente

  • Va a prendere il figlio fermato per guida in stato di ebbrezza, ma viene multata per mancata revisione

  • Tamponamento a catena sulla A23, muore una donna modenese

  • Donna di 36 anni ferita con numerosi fendenti, fermato il fratello per tentato omicidio

  • "Mangiatoia finita", Salvini commenta il fallimento del bando per i richiedenti asilo

  • Carpi. Pedone travolto e ucciso da un furgone in via Marx

Torna su
ModenaToday è in caricamento