Avis: crescono le donazioni, ma agosto resta critico

347 sacche di sangue in più dello scorso anno e 82 nuovi donatori. Scorte garantite al Centro Trasfusionale anche per supportare le richieste regionali. Ora c’è la sfida del mese di agosto, da sempre periodo critico per il calo delle donazioni 

Trecentoquarantasette unità di sangue in più dello scorso anno (2.950 contro 2.603), è il positivo risultato delle donazioni di sangue riferite a luglio 2016. A questo numero si aggiunge quello di 82 nuovi donatori che hanno effettuato la prima donazione  nel corso del mese. Tra di loro, una buona percentuale di giovani che hanno conosciuto l’Avis a scuola nel corso dei tanti incontri svolti durante l’anno. In leggera flessione invece la raccolta di unità di plasma (- 137) registrate nello stesso periodo. I numeri di luglio portano la situazione complessiva della raccolta nel periodo gennaio/luglio 2016 ad un saldo positivo di 70 donazioni.

Grazie a questi risultati al Servizio di Medicina Trasfusionale del Policlinico, dove il sangue viene conferito e “smistato”, non si registrano carenze: “Al momento le nostre necessità sono coperte – conferma il direttore del Centro dr. Giovanni Ceccherelli – ma il collegamento alla rete regionale ci chiama a collaborare  per far fronte ai bisogni di altre province meno fortunate, cosa che sta già avvenendo soprattutto in questo periodo estivo. I donatori sanno che il sangue serve sempre, fino all’ultima goccia. Li invitiamo quindi a mantenere costante la frequenza di donazioni anche in agosto – mese se possibile ancora più critico di luglio – in modo da potere garantire la puntuale copertura delle esigenze delle strutture sanitarie”.

Un ringraziamento al senso di responsabilità dei modenesi viene anche dall’Avis provinciale, che ora si prepara alla sfida più “calda” dell’anno. “In luglio abbiamo toccato con mano la generosa risposta dei nostri donatori – dichiara il presidente Maurizio Pirazzoli – ma chiediamo ancora di non abbassare la guardia. Non ci stancheremo mai di ripetere che il bisogno di sangue non va in vacanza e che l’Avis è sempre aperta per ferie”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tra i compiti per le vacanze, prima di partire o anche al ritorno, si raccomanda quindi di programmare la donazione, rivolgendosi alla propria sede comunale o all’Avis provinciale al n. 059 3684911 o visitando il sito modena.avisemiliaromagna.it.       

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 71 nuovi positivi, di cui 48 asintomatici. A Modena focolaio in un prosciuttificio

  • Covid. Altri 18 contagiati nel focolaio del salumificio di Castelnuovo

  • Contagio. Tre ricoveri a Modena, uno in Terapia Intensiva

  • Frontale nelle campagne di Soliera, muore un ragazzo di 20 anni

  • Contagio, 7 casi nel modenese. Uno è in ospedale

  • Forno rumoroso in centro storico, sequestrati i locali per la produzione

Torna su
ModenaToday è in caricamento