Cavallo dopato all'ippodromo di Modena, i Nas denunciano l'allenatore

All'ippodromo Ghirlandina emerge un caso di doping, scoperto dall'unità specialistica dei Carabinieri di Parma. Denunciato un 54enne napoletano. Nessun coinvolgimento per la struttura modenese

(foto di repertorio)

E' di queste ore la notizia di un intervento dei Nas presso l'Ippodromo Ghirlandina di Modena, che ha portato alla scoperta di un caso di doping. Un cavallo custodito presso la struttura modenese, infatti, è risultato positivo ai test svolti il laboratorio, evidenziando la presenza di caffeina e teofillina nel sangue. Quest'ultima, meno nota della precedente, è una molecola utilizzata anche come farmaco per l'uomo, in particolare per le malattie respiratorie.

Tutte due le sostanze sono però illegali nel mondo delle corse ippiche, perchè rappresentano per gli animali uno stimolate che viene somministrato proprio per aumentarne le prestazioni in gara. Per questo motivo è scattata una denuncia.

A farne le spese è stato l'allenatore del cavallo, un cittadino di 54 anni residente a Napoli, che è stato deferito dai Carabinieri per frode in competizione sportiva. Non risulta alcun coinvolgimento dell'Ippodromo Ghirlandina nella vicenda, che semplicemente ospitava nella sua struttura quell'animale, così come molti altri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rapina all'Eurospin, all'ospedale un dipendente colpito con un fucile

  • Tragedia al parco Amendola, si allontana dalla casa di riposo e annega nel lago

  • Fermata e denunciata per guida in stato di ebbrezza, chiama la sorella ma è alticcia pure lei

  • Frontale fra auto e camion, 26enne muore sulla Panaria Bassa

  • Assalto armato al portavalori, guardie rapinate all'uscita del Grandemilia

  • Acqua "del rubinetto" e tumori alla vescica, uno studio fa luce sulle correlazioni

Torna su
ModenaToday è in caricamento