Estradizione concessa, Henrique Pizzolato si costituisce ai Carabinieri

La Cassazione ribalta la sentenza d'Appello e concede l'estradizione del manager bancario, colpevole di aver gestito un ampio giro di tangenti al Banco do Brazil. Pizzolato ora si trova in carcere a Modena e confida nelle scelte del Ministro Orlando

In questo momento Henrique Pizzolato si trova nel carcere di Sant'Anna, a Modena, dove i Carabinieri di Maranello lo hanno condotto. L'italo-brasiliano si è infatti consegnato spontaneamente ai militari dell'Arma, dopo che la Corte di Cassazione ha emesso l'ordine di estradizione nei suoi confronti.

La Cassazione, infatti, era chiamata a giudicare la richiesta presentata dalle autorità brasiliane, dove Pizzolato è stato condannato ad oltre 12 anni di reclusione per un maxi giro di tangenti, quando ricopriva la carica di direttore marketing del Banco do Brasil. Lo scorso ottobre la Corte d'Appello di Bologna aveva negato al Brasile l'estradizione, ma oggi l'organo supremo della Giustizia italiana ha ribaltato quella decisione.

Ora, l'ultima parola spetterà al Ministro della Giustizia Andrea Orlando, che dovrà valutare attentamente il caso di Pizzolato, non solo da un punto di vista strettamente giuridico, ma anche alla luce dei rapporti e delle trattative bilaterali con il paese del Sudamerica. Questione molto delicata ovviamente, che dovrà tenere in considerazione sia il principio di reciprocità, sia le convenzioni sui diritti umani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rapina all'Eurospin, all'ospedale un dipendente colpito con un fucile

  • Tragedia al parco Amendola, si allontana dalla casa di riposo e annega nel lago

  • Fermata e denunciata per guida in stato di ebbrezza, chiama la sorella ma è alticcia pure lei

  • Al supermercarto con il contenitore per alimenti portato da casa, a Modena si sperimenta

  • Assalto armato al portavalori, guardie rapinate all'uscita del Grandemilia

  • Frontale fra auto e camion, 26enne muore sulla Panaria Bassa

Torna su
ModenaToday è in caricamento