Fiera di Sant'Antonio, festa con 520 bancarelle in centro storico

Con la festa del Santo Protettore degli animali si fanno le prove generali per l'imminente San Geminiano: il centro storico di Modena nella giornata di oggi si riempie di bancarelle dalle 8,30 alle ore 20

Un'immagine della fiera di Sant'Antonio in piazza Grande

Sono 520 gli ambulanti che potranno allestire i banchi nel centro storico cittadino in occasione della fiera di Sant'Antonio in programma martedì 17 gennaio. Le norme per il buon svolgimento della manifestazione dedicata al Santo Protettore degli animali sono già da tempo delineate. Il Comune di Modena affronterà l'appuntamento preparandosi ad una lotta senza quartiere al borseggio. Non solo: verranno predisposti nuovi spazi per parcheggiare e potere accedere agevolmente al centro storico.

SPAZI -  Van, banchi e carretti potranno disporsi in piazza Sant'Agostino, piazzale degli Erri, piazza Grande, via Emilia centro, piazza Muratori, piazza Matteotti, piazza Mazzini, corso Canalchiaro, corso Duomo, corso Canalgrande, via Università, via Castellaro, via Scudari, via Canalino, piazzale San Francesco e calle di Luca. L'accesso ai luoghi della fiera e il montaggio dei banchi potrà iniziare alle 22.30 di lunedì 16 gennaio, dopo che gli ambulanti avranno mostrato l'autorizzazione agli agenti della Polizia municipale che presidieranno gli accessi al centro città. La verifica che tutti gli aventi diritto abbiano ottenuto un posteggio e l’assegnazione di quelli eventualmente non occupati dai titolari avverrà alle 8.30 nell'ufficio allestito sotto le tribune del parco Novi Sad. I mezzi degli operatori in attesa di assegnazione potranno essere parcheggiati nel vicino piazzale Tien An Men. L'attività di vendita si potrà svolgere dalle 8.30 alle 20, con facoltà di anticipare la chiusura alle 19. L'area dovrà essere liberata entro le ore 22.

BORSEGGI - Municipale e Polizia di Stato metteranno in atto anche quest’anno una serie di iniziative per prevenire episodi di borseggio, un reato che si verifica solitamente in luoghi molto affollati, nei quali i “manolesta” di turno si muovono con abilità sfilando portafogli, documenti, cellulari e altri oggetti dalle borse e dalle tasche dei passanti. Oltre al personale in divisa, poliziotti di quartiere e vigili di quartiere, è stato predisposto un servizio antirapina con personale in borghese che presidierà l’area della fiera. Inoltre, il posto di Polizia centro, i cui uffici si trovano alla Stazione delle autocorriere, e l’Ufficio denunce della Questura di Modena, resteranno aperti dalle 8 alle 20 per ricevere eventuali denunce. In piazza XX settembre, dalle 10.30 alle 16.30, sarà allestito un punto informativo dedicato al tema della sicurezza, con particolare riguardo alla prevenzione dei borseggi. Saranno presenti volontari che abitualmente sono agli sportelli di sostegno alle vittime di reato “Non da soli” e i Volontari della sicurezza, che daranno consigli e distribuiranno materiale informativo sui comportamenti da adottare per evitare di rimanere vittime di borseggi. Manifesti di sensibilizzazione sul tema verranno affissi sulle transenne poste in tutte le vie di accesso alla fiera. Infine, in largo Porta Bologna sarà presente un presidio mobile della Polizia di Stato, mentre quello della Polizia municipale sarà in largo Sant’Agostino. I cittadini potranno rivolgersi per l'intera giornata agli operatori di Polizia per fare segnalazioni o ricevere informazioni e consigli.

PARCHEGGI - Ecco le aree in cui si può lasciare la propria auto: parcheggio ex Amcm in via Sigonio; parcheggio del parco Ferrari in via Emilia Ovest; parcheggio antistante l'ex Mercato bestiame in via Canaletto (per il centro, bus linea 7 o 11); parcheggio Cnh in via Pico della Mirandola, parcheggio PalaPanini in via Divisione Acqui (da cui è possibile raggiungere le zone più vicine alla fiera con l’autobus della linea  8 che parte dal centro commerciale I Portali ogni 10 minuti); parcheggio del centro commerciale La Rotonda di via Morane (bus linea 5 che arriva in autostazione o linea 3 con arrivo in largo Garibaldi o alla stazione delle Ferrovie dello Stato); parcheggio di via Gottardi, zona universitaria (linee bus 2, 7 e 9). Nel giorno della fiera gli autobus che abitualmente percorrono via Emilia centro modificheranno l'itinerario e transiteranno sui viali cittadini.

BICICLETTE RIMOSSE - Quindici biciclette sono state rimosse e portate all’Ufficio oggetti rinvenuti del Comune al termine dell'annunciato intervento di rimozione effettuato in Centro storico per "liberare" gli spazi in vista delle fiere di Sant’Antonio, in programma martedì 17 gennaio, e di San Geminiano, che si svolgerà il 31 gennaio. Dal 10 gennaio su tutte le rastrelliere interessate allo spostamento erano stati collocati cartelli di colore giallo riportanti tutte le indicazioni: divieto di parcheggio velocipedi; venerdì 13 gennaio giornata di rimozione; luogo di deposito di eventuali biciclette presenti. L'intervento ha riguardato corso Canalgrande, piazzale Sant’Agostino, piazzale degli Erri, piazza Mazzini, via Emilia Centro, corso Duomo, via Scudari, piazza Grande, via San Carlo, via Castellaro, corso Canalchiaro e calle di Luca. Nonostante gli avvisi e i comunicati che avevano annunciato l’intervento, nei luoghi soggetti a rimozione erano rimaste parcheggiate 15 biciclette. Ieri gli addetti le hanno rimosse e fotografate con indicazione di luogo e ora, quindi le hanno depositate all'Ufficio oggetti rinvenuti di via del Murazzo 117 (tel. 059 2033247), aperto da lunedì a venerdì dalle 10 alle 12, il lunedì e il giovedì anche dalle 15 alle 17. Le biciclette rimosse sono a disposizione dei proprietari, che potranno ritirarle senza spese. Basterà presentarsi con un documento d'identità, descrivere il mezzo, indicare il luogo di sosta e dimostrare di possedere la chiave dei lucchetti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Contagio. A Modena altri 14 decessi, calano gli interventi delle ambulanze

  • Meteo | Impennata improvvisa delle polveri sottili, vediamo perché

  • Coronavirus. Modena rallenta, ma si aggiungono 10 decessi

  • I numeri nei Comuni: positivi e persone in isolamento in provincia di Modena

  • Contagio. Nuovi positivi in regione, oggi +713. Altri 88 decessi

  • Famiglia senza più soldi, dopo l'annuncio in tv la spesa arriva a casa

Torna su
ModenaToday è in caricamento