Confesercenti: "Escalation preoccupante di furti e rapin, intervenire subito"

Confesercenti manifesta la propria solidarietà a quanti colpiti negli ultimi giorni. “Situazione figlia della crisi che rischia di deteriorarsi sempre di più: c’è necessità di strumenti e modalità volti alla prevenzione in grado di dare risposte efficaci”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ModenaToday

Segnano un drammatico aumento, dall’inizio del mese, gli esercizi commerciali presi di mira dai malviventi: a volte distanza di pochi giorni l’uno dall’altro, altre anche solo di qualche ora. “Fatti criminosi perpetrati ai danni di attività che creano non poco sconcerto tra cittadini ed imprenditori per la dinamica con cui vengono messi in atto – fa sapere Confesercenti Modena – e che testimoniano una preoccupante escalation di furti e rapine in Centro storico e non solo oltre ad un innalzamento del livello di aggressione e pericolosità ai quali al momento nonostante l’impegno delle forze dell’ordine si fatica a porvi rimedio”.

Secondo Confesercenti non si tratta solo di singoli episodi isolati di microcriminalità, ma pure dell’opera di vere e proprie bande organizzate che non esitano nei modi, compresi i più violenti, pur di perseguire i loro scopi. “Non possiamo che essere solidali e vicini agli operatori e a quanti sono stati colpiti in  questo ultimi giorni – dal Conad di via Formigina ai vari negozi situaii in centro storico - Ma riteniamo opportuna un’intensificazione degli sforzi volti a prevenire e così tentare di arginare questo preoccupante fenomeno. Da molto tempo ormai da parte di cittadini ed imprenditori commerciali - i più esposti ai reati contro il patrimonio, fa notare Confesercenti - si percepisce un’assenza di sicurezza. Sono stati compiuti sforzi economici notevoli da parte delle categorie del commercio e dei servizi per dotarsi di sistemi di dissuasione quali videosorveglianza, casseforti e blindature. Strumenti utili ma non sufficienti da soli a contrastare l’escalation della criminalità”.

“Il problema, non è solamente quello di un organico di uomini e mezzi adeguato, di cui c’è urgenza da tempo, o di un controllo del territorio in modo più capillare: gli sforzi profusi a tal senso dalle forze dell’ordine nonostante i pesanti tagli imposti anche a settori fondamentali come quello della sicurezza e dell’ordine pubblico, li riconosciamo ogni giorno. È l’intera situazione che, figlia di una crisi senza precedenti, sta deteriorandosi; un’emergenza economica e sociale a livello nazionale a cui va posto rimedio. Per questo riteniamo opportuno al fine di mantenere alta la guardia, trovare strumenti e modalità organizzative volte alla prevenzione e che pur nel rispetto dei vincoli posti dal bilancio dello stato siano in grado di dare risposte efficaci all'escalation della criminalità sul nostro territorio. È auspicabile pertanto la formazione di un Governo al più presto così da affrontare quella che sta diventando una vera emergenza sociale”, conclude Confesercenti Modena.

Torna su
ModenaToday è in caricamento