Rame rubato lungo le linee ferroviarie, recuperati a Modena 780 chili

La Polizia Ferroviaria di Modena e i colleghi di Bologna hanno lavorato per giorni per cercare di porre fine ai furti che danneggiano la rete locale. Il materiale si trovava presso un'azienda. Indagini in corso per ricostruire la "filiera"

A seguito dei continui furti di cavo in rame dai dispositivi di alimentazione e di collegamento delle linee ferroviarie, in particolar modo sull’Alta Velocità, gli agenti della Polizia Ferroviaria di Modena, unitamente ai colleghi del Nucleo Prevenzione Furti di Rame della Squadra di PG del Compartimento Polfer di Bologna, ha svolto accurate indagini ed effettuato diversi appostamenti, al fine di rintracciare ed identificare gli autori di questi reati.

Nel corso delle attività investigative la Polfer ha effettuato anche una serie di controlli presso alcune ditte di recupero materiali ferrosi, rintracciando e sequestrando, presso un’azienda alle porte di Modena ben 780 chili di cavo in rame, già privo di guaina, riconosciuto da personale specializzato delle Ferrovie come lo stesso asportato nel corso dei furti avvenuti nei mesi scorsi lungo la linea.

Le attività d’indagine proseguono al fine di giungere all’identificazione dei responsabili. Nel frattempo il titolare della ditta presso cui si trovava stoccato il rame rinvenuto, è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per ricettazione e gestione irregolare di rifiuti non pericolosi, dal momento che non è stato in grado di fornire alla Polfer alcuna documentazione circa la provenienza del rame.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Modena usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rapina all'Eurospin, all'ospedale un dipendente colpito con un fucile

  • Frontale fra auto e camion, 26enne muore sulla Panaria Bassa

  • Assalto armato al portavalori, guardie rapinate all'uscita del Grandemilia

  • Acqua "del rubinetto" e tumori alla vescica, uno studio fa luce sulle correlazioni

  • Raro tumore ad una mano, trentenne salvato dalla cooperazione medica tra Modena e Bologna

  • Gli insulti in dialetto modenese più famosi

Torna su
ModenaToday è in caricamento